Venerdì, 27 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Scienza e Tecnica

Home Scienza e Tecnica Italia di notte, illuminata dal fulmine del supereroe ‘Thor’

Italia di notte, illuminata dal fulmine del supereroe ‘Thor’

Scienza e Tecnica
L'Italia di notte fotografata da AstroPaolo (fonte: P. Nespoli/ESA-NASA)
© ANSA

Dopo aver fotografato l'Italia di notte, illuminata dalle luci delle città e dal bagliore di un fulmine, AstroPaolo saluta il rientro a Terra della capsula Dragon e festeggia con un video il primo mese di esperimenti per la missione Vita.

''Notte stellata e poi il flash di un fulmine... Thor che arriva da Asgard o un semplice temporale?'': con questo messaggio Paolo Nespoli accompagna la foto dell'Italia di notte pubblicata su Twitter, nel quale a proposito del bagliore si riferisce, scherzando, a Thor, 'signore dei fulmini' e supereroe della Marvel.

Attraverso Twitter l'astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) saluta anche il rientro a Terra della capsula Dragon, costruita per conto della Nasa dall'azienda SpaceX, e invia la foto di quando l'ha sganciata con l'astronauta americano Randy 'Komrade' Bresnik. ''AstroKomrade e io - scrive nel tweet - abbiamo appena liberato Dragon! Ora è di ritorno sulla Terra con un sacco di esperimenti''. Intanto tra partenze e arrivi è già passato il primo mese di esperimenti della missione Vita dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e AstroPaolo festeggia con un video e con un tweet. ''1 mese di VITAmission: abbiamo fatto molta scienza, 3 amici sono partiti e 3 sono arrivati...Ma ci siamo divertiti'' riferendosi agli astronauti Peggy Whitson, Jack Fischer, della Nasa e Fyodor Yurchikhin, dell'agenzia spaziale russa Roscosmos, ritornati a Terra agli inizi di settembre e a Mark Vande Hei e Joe Acaba, della Nasa, e al russo Alexander Misurkin, arrivati a bordo il 13 settembre. Nel video, pubblicato su YouTube, Nespoli racconta la Stazione Spaziale e la sua esperienza personale: ''è incredibile il mio primo volo è stato a bordo dello Shuttle, quando la Stazione Spaziale era in costruzione. Il mio secondo è stato per una missione di 5-6 mesi. E ho la terza occasione di poter restare qui per altri 5 mesi circa''. Per AstroPaolo, anche la stazione orbitale ''è veramente incredibile'' perché è un posto dove si possono fare molti tipi di ricerche ''dalla biologia alla metallurgia'' e chiudendo con una capriola ringrazia l'Esa, l'Asi e le agenzie spaziali di tutto il mondo per averla costruita.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X