Giovedì, 02 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Salute e Benessere

Home Salute e Benessere A Rozzano e Ancona i 2 migliori ospedali italiani

A Rozzano e Ancona i 2 migliori ospedali italiani

Salute e Benessere
© ANSA

Dai tumori agli interventi per la frattura del femore, passando per le cure per il cuore, sono due gli ospedali premiati oggi dall'Agenzia Nazionale per i Servizi sanitari nazionali (Agenas), per aver fornito, nel complesso, migliori cure e assistenza sanitaria ai cittadini. Si tratta di un ospedale privato e uno pubblico: l'Istituto Humanitas di Rozzano (Milano), e l'Azienda Ospedaliera Umberto I di Ancona.
    Le due strutture sono le uniche, su 227 valutate, ad aver ottenuto "semaforo verde", cioè valutazione alta per almeno 6 aree cliniche, rispetto agli indicatori individuati dal Programma Nazionale Esiti (Pne).  Per descrivere sinteticamente la qualità delle cure delle strutture ospedaliere, il Programma Nazionale Esiti utilizza il treemap, una rappresentazione grafica sintetica basata su indicatori relativi a 7 aree cliniche valutate: cardiocircolatorio, nervoso, respiratorio, chirurgia generale, chirurgia oncologica, gravidanza e parto, osteomuscolare. Nella stragrande maggioranza degli ospedali convivono aree di qualità buona con aree di qualità meno buona.
    "La qualità delle cure - ha commentato il presidente Agenas Domenico Mantoan - inizia a essere diffusa sul territorio e non più solo una prerogativa del Nord. La nostra filosofia non è quella di fare una classifica. Ma per gratificare chi si distingue positivamente abbiamo deciso per la prima volta di istituire un premio, che abbiamo assegnato alle due aziende che hanno raggiunto livelli buoni in almeno 6 delle 7 aree cliniche individuate.
    Il premio consegnato all'ospedale Umberto I di Ancona (oggi Azienda Ospedaliera Universitaria delle Marche) è stato ritirato da Armando Marco Gozzini, direttore del Dipartimento Salute della Regione. "Tra alluvioni e terremoti - ha detto - negli ultimi anni la nostra regione è stata messa a dura prova. Il premio che oggi ritiriamo è simbolo di una delle eccellenza delle Marche, la sfida è che questo fiore all'occhiello possa esser da esempio per estendere il messaggio di eccellenza su tutto il territorio".
    Il premio dell'Istituto Humanitas di Rozzano è stato ritirato da Barbara Cittadini, presidente dell'Associazione Ospedalità Privata (Aiop), che due anni fa ha avviato una convenzione con Agenas per migliorare la codifica delle Schede di dimissioni ospedaliere. "Quando abbiamo deciso di avviare questo percorso - ha detto Cittadini - non solo non avevamo paura di farci valutare, ma volevamo anzi essere aiutati a identificare le aree di criticità. Agenas ci ha aiutato a individuare come criticità l'area dell'ostetricia soprattutto al Sud. Sono convinta che, continuando a misurare, si proseguirà nel miglioramento".
    
   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X