Giovedì, 08 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Salute e Benessere

Home Salute e Benessere Autismo, riparte a luglio Blue Café, barca dell'inclusione

Autismo, riparte a luglio Blue Café, barca dell'inclusione

Salute e Benessere
Barca Blue Cafè, la Barca 'etica' dedicata all'inclusione dei ragazzi con autismo
© ANSA

E' quasi pronta a distendere di nuovo le vele al vento la Blue Café, la barca sequestrata agli scafisti e trasformata in un laboratorio di inclusione dall'associazione 'La casa di Toti', anche grazie al contributo dell'azienda farmaceutica Sifi. Ormeggiata nel porto di Marzamemi e manutenuta da ragazzi con disabilità, si prepara a salpare a luglio, per portare nei porti siciliani un messaggio di solidarietà e aggregazione.

Associazione che promuove attività e un modello di vita indipendente per ragazzi con disabilità, la Casa di Toti Onlus è stata fondata Muni Sigona, dipendente Sifi e madre di un ragazzo autistico. Sua è stata l'iniziativa di realizzare a Modica il primo Albergo Etico, in cui 'ragazzi speciali' da 'ospiti' di una struttura ne sono diventati i gestori. Il progetto, supportato dal crowfunding, è arrivato anche in mare, con la prima 'barca etica', una monoalbero di 14 metri, arrivata a Otranto dalla Turchia a settembre del 2017, con a bordo 72 migranti. "Sequestrata ai trafficanti, è stata concessa in affido giudiziale all'associazione, da cui è stata ristrutturata, grazie anche a una nostra donazione. Ora è luogo di aggregazione, un laboratorio galleggiante", spiega Fabrizio Chines, presidente di Sifi, azienda con sede a Catania che, per i progetti di responsabilità sociale, punta anche sull'inclusione.

L'imbarcazione è ormeggiata a Marzamemi, dove i ragazzi vanno, sotto la guida di esperti, a fare lavori di manutenzione come scartavetrare, lucidare e verniciare lo scafo. "La barca a vela - spiega Muni - è a tutti gli effetti una terapia. Oltre a educare al prendersi cura con costanza di qualcosa, insegna a gestire le forze della natura e le paure, aiutando a eliminare lo stress e le ansie. Costringendo a stare insieme in uno spazio ristretto, aiuta a condividere emozioni e a collaborare. Inoltre, tramite la conduzione, stimola attenzione, autostima e autonomia". Dopo la pausa invernale, la Blue Café, salperà di nuovo, a luglio. Il viaggio la porterà in diversi porti della Sicilia, per incontrare associazioni che si occupano di disabilità e autismo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X