Giovedì, 26 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Salute e Benessere

Home Salute e Benessere Covid: Cnr, senza booster a marzo picco di ospedalizzati

Covid: Cnr, senza booster a marzo picco di ospedalizzati

Salute e Benessere
© ANSA

(ANSA) - ROMA, 30 DIC - L'effetto-booster delle vaccinazioni avrà una forte spinta sul taglio dei ricoveri in Italia. Se non si dovesse usare la terza dose, infatti, il rischio è che si arrivi tra fine febbraio e inizi marzo a superare la quota di 50.000 ospedalizzati ogni 24 ore, a fronte di poco meno di 25.000 nel caso si mantenga l'attuale ritmo giormaliero di terze dosi somministrate. A dirlo è una proiezione del fisico Corrado Spinella, direttore del Dipartimento di scienze fisiche e tecnologie della materia del Cnr, il Consiglio nazionale delle ricerche, sulla base delle evoluzioni del calcolo differenziale sviluppato da lui e dal team del suo dipartimento, pubblicato su Scientific Reports, è che è stato aggiornato tendendo conto dei dati sulla riduzione di efficacia vaccinale.
    "Dopo poco meno di 5-6 mesi dalla seconda somministrazione, i vaccini riducono la loro efficacia più o meno del 50% - spiega Spinella - nel modello che abbiamo sviluppato in Cnr è possibile stimare l'impatto della perdita di immunizzazione nella popolazione dei vaccinati in funzione della distanza dalla seconda dose. Ebbene, quello che abbiamo osservato è che la perdita di efficacia dell'immunizzazione nei vaccinati ha cominciato a manifestare i suoi effetti nella crescita del numero dei contagi già a fine ottobre". "L'innesco dell'ondata che stiamo sperimentando in questo periodo è pertanto dominato proprio da questo fenomeno che per fortuna è contrastato dal progressivo aumento del numero di somministrazioni delle terze dosi. Proprio, grazie alle dosi di richiamo stiamo riuscendo a contenere la diffusione del contagio - aggiunge - Abbiamo stimato che senza le dosi di richiamo il numero di ospedalizzati crescere molto più rapidamente raggiungendo un picco circa due volte più alto rispetto a quello che prevediamo di raggiungere mantenendo l'attuale ritmo di vaccinazione con terza dose".
    L'effetto-booster lo si vede anche sul numero dei positivi circolanti: l'accelerazione della campagna di vaccinazione potrà portare a un picco di circa un milione e mezzo di persone con virus Sars Cov-2 (tra testati e non, inclusi gli asintomatici) tra febbraio e marzo, a fronte di circa 3.500.000 di contagiati nel caso in cui, nello scenario più nero, non si procedesse o si interrompesse la campagna di vaccinazione della terza dose.
    (ANSA).
   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X