Mercoledì, 19 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Salute e Benessere

Home Salute e Benessere Il piccolo Joey, dopo malattia accende luci Natale ospedale

Il piccolo Joey, dopo malattia accende luci Natale ospedale

Salute e Benessere
© ANSA

Il piccolo Joey Sharp è stato operato ad appena 12 giorni di vita per un tumore al cervello. Ha avuto un'altra procedura salvavita e affrontato sei mesi di chemioterapia prima di raggiungere la remissione dalla malattia.

   Ora, un anno dopo, è protagonista di un gesto simbolico nell'ospedale che gli ha salvato la vita, il Royal Hospital for Children and Young People di Edimburgo: l'accensione delle luci dell'albero di Natale, per donare gioia ai bimbi che come è capitato anche a lui l'anno scorso trascorrono le Festività in ospedale. A raccontare la sua storia i media britannici.

    Il bimbo, che ora ha 11 mesi, è stato accompagnato nel momento dell'accensione, il 28 novembre, delle luci dai genitori Sam e Steven, oltre che dalla sorellina di tre anni Carly.

Il tweet e il video del piccolo Joey

  Mamma Sam ha spiegato all'Evening Edinburgh News che il suo mondo "è andato in frantumi" lo scorso dicembre quando a Joey è stato diagnosticato un tumore al cervello e le è stato detto che il suo bambino aveva bisogno di due diversi interventi chirurgici prima di Natale. Per fortuna, tutto è andato bene e i medici sono riusciti a rimuovere il 98% del tumore. Si è poi aggiunta la chemioterapia.

    La remissione della malattia è stata comunicata il 27 luglio scorso e da allora il piccolo Joey fa controlli periodici. Ora la famiglia ha aderito all'appello natalizio dell'Edinburgh Children's Hospital Charity, che chiede ai sostenitori di aiutare "ad illuminare il Natale" di bambini e giovani gravemente malati che devono affrontare un ricovero ospedaliero questo dicembre.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X