Venerdì, 14 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Salute e Benessere

Home Salute e Benessere Sanità: nuovo medico di base per Usl Valle d'Aosta

Sanità: nuovo medico di base per Usl Valle d'Aosta

Salute e Benessere
© ANSA

(ANSA) - AOSTA, 02 LUG - Si è svolto l'esame finale, in sessione straordinaria, del corso triennale di formazione specifica in Medicina generale del triennio 2016/2019, con la discussione della tesi finale da parte della candidata Silvia Bocca che, dopo la laurea in Medicina e Chirurgia, ha scelto di proseguire il proprio percorso formativo e professionale nell'ambito della Medicina territoriale e delle Cure primarie, superando il concorso che si è tenuto nel 2016. La stessa dottoressa Bocca aveva sospeso il suo percorso formativo - è spiegato in una nota dell'amministrazione regionale - recuperando le ore di sospensione del corso e terminando il tirocinio il 29 maggio 2020. L'Assessorato alla sanità ha dato l'opportunità alla dottoressa di sostenere l'esame in una sessione straordinaria".
    La dottoressa Bocca ha presentato una tesi dal titolo "Choosing Wisely e Medicina generale: valutazione dell'approccio slow nella gestione della lombalgia". Il percorso formativo triennale in medicina generale, organizzato e gestito dall'Usl della Valle d'Aosta, si articola in attività didattiche teoriche e attività didattiche pratiche che hanno luogo sia nei presidi ospedalieri sia neggli studi dei medici tutor di assistenza primaria presenti sul territorio regionale. La formazione prevede un totale di almeno 4.800 ore, di cui due terzi rivolti all'attività formativa di natura pratica.
    "L'Assessorato ha scelto di organizzare questa sessione straordinaria - commenta l'Assessore Mauro Baccega - proprio per l'importanza che riveste la figura del medico di base che costituisce una preziosa risorsa per il Sistema sanitario regionale. Il medico di assistenza primaria è il responsabile della cura globale della persona, rappresenta l'accesso del cittadino al Sistema sanitario e ha il compito di coordinare sotto la sua responsabilità l'intera vita sanitaria dei suoi pazienti, anche in relazione al contesto della famiglia, della comunità e, più in generale, della cultura del proprio assistito". (ANSA).
   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più letti
Oggi
  • Oggi
  • Settimana
  • Mese
X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X