Venerdì, 24 Maggio 2019

Pausa pranzo sempre più veloce, un Roadshow per renderla sana

Salute e Benessere
Roadshow presentato al Ministero della salute
© ANSA

Panini, tramezzini, piadine, cibi precotti. Sempre più italiani fanno la pausa pranzo in modo rapido e non sempre con la giusta attenzione alla qualità di ciò che mangiano. Per migliorare l'offerta, parte il "Roadshow per la formazione dei ristoratori per una sana e corretta alimentazione in pausa pranzo", presentato oggi al Ministero della Salute. Il tour itinerante di show cooking toccherà tre città, Roma, Milano e Palermo, e punta a migliorare l'offerta alimentare per quanto riguarda la sicurezza e la qualità nutrizionale dei cibi. Fino a qualche decennio fa la pausa pranzo si faceva rigorosamente a casa. Oggi, invece, è un momento spesso trascurato, fatto in piedi o alla scrivania. Lo show itinerante è frutto di una partnership tra il programma Fighting Obesity Trough Offer and Demand (FOOD), Istituto Superiore di Sanità (Iss), Federazione Italiana Pubblici esercizi (Fipe) e Edenred.

    E' fondamentale, afferma il ministro della Salute Giulia Grillo, "offrire delle alternative sane ai milioni di cittadini che quotidianamente consumano pasti fuori casa. La promozione di corretti stili di vita passa anche attraverso la ristorazione". Obiettivo, sottolinea Gaetana Ferri, direttore generale Igiene e sicurezza degli alimenti del Ministero Salute è "utilizzare risorse e potenzialità degli operatori per potenziare la salute pubblica" per far sì che "una scelta più sana sia anche una scelta semplice".

"Quasi tutti i lavoratori - precisa Marco Silani, Direttore, Unità Operativa Alimentazione dell'Iss - fanno 5 pasti su 7 fuori casa. Per questo, metteremo a disposizione un messaggio chiaro, scientificamente valido e aggiornato secondo le normative europee, rispetto a tre temi: qualità nutrizionale, sicurezza, corretta gestione dei cibi e degli allergeni". Dal rapporto Fipe di quest'anno, commenta il presidente Lino Enrico Stoppani, "emerge che aumenta la spesa per mangiare fuori casa, ed è oggi pari a 36% del totale speso dalle famiglie per gli alimenti. Questo cambiamento impone alle imprese del settore ancor più responsabilità".

Promotore del progetto è Edenred, leader nel welfare aziendale e inventore, nel 1962, del Ticket Restaurant. "Il Roadshow presentato oggi - spiega l'amministratore delegato Luca Palermo - è pensato anche per aiutare gli utenti di buoni pasto a beneficiare di pasti equilibrati in locali convenzionati. In Italia abbiamo 90mila imprese che danno buoni pasto e oltre 2,4 milioni di lavoratori li utilizzano, per un mercato di 3 miliardi".
   
   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X