Martedì, 04 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Motori

Home Motori Charger Daytona SRT, elettrica che ruggisce come un 8V

Charger Daytona SRT, elettrica che ruggisce come un 8V

Motori
Charger Daytona SRT, elettrica che ruggisce come un 8V
© ANSA

  Che Dodge, il brand di Stellantis più radicato tra gli appassionati delle muscle car, cioè le auto di serie made in Usa con motori 8V, stesse preparando una 'sua' speciale interpretazione del futuro elettrico lo si poteva supporre.
    Ma quanto è stato mostrato - addirittura con il prototipo in movimento - durante un evento all'M1 Concourse di Pontiac nel Michigan da Tim Kuniskis Ceo del marchio, ha superato ogni aspettativa.

    Non solo la Dodge Charger Daytona SRT è una muscle car coupé 100% elettrica ad alte prestazioni che non concede nulla alla voglia di puntare ad un futuro forse ancora lontano con il design dei modelli a batteria, ma riesce ad unire quelle specificità che sono irrinunciabili in un'auto 100% elettrica (come la cura dell'aerodinamica e la forte identità 'eco') con uno stretto legame con il Dna del brand.
    Charger Daytona SRT è dunque il 'futuro elettrico' della marca e della sua identità stilistica tanto apprezzata, ma non tradisce - come è invece avvenuto con un crossover dallo stemma Ovale Blu - la storia del nome e del brand.
    È il caso dell'ala alta della Charger Daytona originale del 1969 - il primo modello NASCAR a raggiungere i 320 km/h - che ritorna nella Daytona SRT elettrica, ma anche dell'apertura anteriore R-Wing. Questa non deve fornire raffreddamento ma ha lo scopo di fornire una migliore aerodinamica e aumentare il carico aerodinamico, assistita da quattro prese d'aria sulla parte anteriore e posteriore dell'auto.
    Nel complesso il look esterno, evocativo della formosa Charger originale, si basa su linee morbide e muscolatura atletica, con gruppi ottici anteriori e posteriori (e un profilo generale) che sono chiaramente ancora un'evoluzione delle attuali Charger e Challenger.
    Osservando la parte posteriore si scopre però che è presente anche un doppio tubo di scarico, apparentemente normale. Questa è una delle altre sorprese che Dodge ha riservato ai suoi fedeli clienti, in procinto di passare all'elettrico.
    In questo nuovo modello sportivo, piuttosto che utilizzare un suono interamente sintetico diffuso attraverso altoparlanti esterni, il 'ruggito' della Daytona SRT viene fatto viaggiare assieme all'aria attraverso un tubo di sintonia per creare, all'uscita dello scarico, un suono non dissimile da una muscle car 8V tradizionale. E come si scopre dal video di Dodge (https://www.youtube.com/watch?v=04aC16jXJng&t=739s ) con i suoi 126 dB è anche rumorosa ed emozionante come una Hellcat.
    Gli interni non sono lontani da quelli da un modello di produzione che dovrebbe arrivare nel 2024. Si scoprono i doppi display e le leve del cambio su entrambi i lati del volante squadrato.
    Servono a controllare la funzione PowerShot e selezionano una delle modalità di guida multipla della Daytona SRT (Slam, Drift, Drag e Donut). Per dare ai guidatori la sensazione di punti di cambio distinti, Dodge ha dotato la nuova 'muscle' elettrica di una trasmissione a più velocità, di cui non sono però disponibili dettagli.
    Si resta nelle supposizioni anche per quanto riguarda la piattaforma e le caratteristiche di Daytona SRT anche se Dodge afferma che sarà più veloce di una Charger Hellcat. Ci saranno (lo si vede nelle foto) un pulsante per l'aumento temporaneo della potenza e una architettura elettrica da 800 Volt battezzata da Dodge Banshee ma quasi certamente derivata dalla piattaforma di Gruppo STLA.
    La promessa fatta per la Daytona SRT 100% elettrica è comunque che sarà più veloce delle sue cugine 'termiche' Hellcat V8 in tutte le prestazioni. 
   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X