Venerdì, 12 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Motori

Home Motori PoliMi, entro 20 anni 1 auto condivisa ogni 10 private

PoliMi, entro 20 anni 1 auto condivisa ogni 10 private

Motori
© ANSA

  Nel prossimo ventennio, in una città di medie dimensioni, un'auto di proprietà condivisa ne sostituirà dieci di proprietà privata, con un utilizzo prettamente urbano. A una mobilità basata su veicoli grandi, mossi da combustibili fossili, di proprietà e guidati da persone, si sostituirà una mobilità caratterizzata da veicoli leggeri, elettrici, condivisi e guidati da algoritmi.
    E' quanto sostiene uno studio condotto dal Politecnico di Milano, basato sulle analisi dei movimenti delle auto degli italiani, registrati attraverso box telematiche su un campione rappresentativo pari al 10% dei veicoli circolanti. L'analisi è stata presentata a Milano presso la Fondazione Feltrinelli durante il primo forum di The Urban Mobility Council, il Think Tank della mobilità, promosso dal Gruppo Unipol con il patrocinio del Mite e della Commissione Ue.
    In futuro, rileva lo studio il 20% delle auto private nelle nostre città potrebbe essere facilmente sostituito da auto condivise a guida semi-autonoma, con un rapporto di sostituzione di circa 1 a 10. Già oggi anche senza l'uso massiccio delle colonnine il 20% delle auto in circolazione potrebbe essere sostituito da auto elettriche, senza pregiudizi per il proprietario dovuti alla limitata autonomia né aggravio di costi. Si separerà inoltre l'aspetto funzionale - soddisfatto principalmente da robotaxi a guida autonoma - e l'aspetto emozionale, associato ad una nicchia pregiata di auto che resteranno a guida umana e di proprietà privata.
    "Il big-bang di questa rivoluzione - ha dichiarato Sergio Savaresi, Professore di automazione nei veicoli al Politecnico di Milano - sarà l'automazione del guidatore che spingerà verso la mobilità a servizio che a sua volta genererà il flusso di completamento dell'elettrificazione. Dobbiamo individuare le direttrici di sviluppo più rapide ed economiche per facilitare questa transizione, sia con veicoli tradizionali che con veicoli a guida autonoma".  
   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X