Domenica, 16 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Motori

Home Motori Jaguar congela nuovi modelli fino elettrificazione nel 2025

Jaguar congela nuovi modelli fino elettrificazione nel 2025

Motori
© ANSA

(ANSA) - ROMA, 03 DIC - In attesa di essere pronta con una gamma esclusivamente elettrica, Jaguar avrebbe deciso di congelare i programmi per il lancio di nuovi modelli ibridi, mettendosi in una sorta di ibernazione almeno fino al 2025. Lo afferma il periodico francese Le Monde, evidentemente vicino al numero uno di JLR Thierry Bolloré, ex amministratore delegato di Renault, che guida il Gruppo indo-britannico (dal 2008 è di proprietà della indiana Tata) dallo scorso anno.
    Secondo quanto riferisce l'agenzia Afp, il piano sarebbe ancora più incisivo, puntando non solo su una inedita gamma elettrica rivista con maggiori sinergie con Land Rover - esente da questa tempesta di gelo - ma anche su un drastico riposizionamento del brand. La Jaguar che si dovrebbe ripresentare dopo questo letargo forzato, si legge su Le Monde, non sarà più una rivale di Audi, Bmw e Mercedes nel segmento premium, ma piuttosto un competitor nel luxury di brand come Bentley e Porsche.
    "Bentley vende tra 10 e 12mila auto ogni anno - osservano gli analisti di Inovev Consulting - mentre Jaguar ne ha vendute 90.000 nel 2020 contro un obiettivo di 200mila e si trova in una posizione finanziaria molto difficile". L'azienda di Coventry sembra dunque aver preso atto del fallimento della corsa ai volumi in cui si era imbarcata. E compierà nell'ambito del piano 'Reimagine' da 3 miliardi di euro una vera e propria inversione di marcia, puntando a segmenti con maggiore redditività e minori esigenze di capacità produttiva e manodopera.
    La Jaguar ibernata non dovrebbe chiudere nessun impianto, anche perché ci sono gli ordini da evadere e i modelli di attuale generazione da produrre. "In Francia il nostro portafoglio conta su 1.500 ordini - ha sottolineato a Le Monde Philippe Robbrecht nuovo presidente di JLR-France - e siamo in una spirale più favorevole rispetto a un anno fa". Ma la forza lavoro, già scesa da 42 a 35mila dipendenti, dovrebbe ridursi ancora, al pari dei costi. (ANSA).
   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X