Sabato, 22 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Motori

Home Motori Brembo: le dinastie più vincenti del motomondiale

Brembo: le dinastie più vincenti del motomondiale

Motori
Helmut-Bradl
© ANSA

Con la vittoria di Remy Gardner nel mondiale di Moto2, un'altra coppia padre-figlio si aggiunge all'albo d'oro di questa speciale classifica. A tal proposito, Brembo ha individuato la Top 5 delle coppie padre-figlio più di successo che nella storia del Motomondiale hanno vinto almeno un titolo mondiale in una delle classi.

 

 

    La classifica è stata stilata prendendo come oggetto di analisi le categorie MotoGP, Moto2, Moto3, 500, 350, 250, 125, 80 e 50.
    Gran parte di queste coppie di piloti ha trionfato ovviamente con moto equipaggiate con freni Brembo. Il principale criterio impiegato da Brembo è il numero dei titoli Mondiali vinti da ciascuna famiglia, prediligendo però i casi in cui entrambi sono stati iridati.
    Pertanto se un pilota ha vinto 9 (o 13) Mondiali ma suo padre o suo figlio nemmeno uno, la loro famiglia figura in posizione più bassa nella classifica rispetto a quella accoppiata che ha visto entrambi iridati. Laddove invece uno solo è stato campione, sono state privilegiate le dinastie con più titoli Mondiali e in caso di parità quella con più GP vinti. Al primo posto, dunque, figurano i Roberts con 4 mondiali e 32 GP vinti. Kenny Roberts è stato il primo statunitense a conquistare un Mondiale ma anche un innovatore dal punto di vista stilistico per il ginocchio che metteva a terra. Tre i titoli iridati vinti in 500, nel 1978, 1979 e 1980 con la Yamaha. Il figlio Kenny Roberts Jr l'ha imitato nel 2000 con la Suzuki, la prima moto della classe regina ad adottare l'innovativa pinza radiale Brembo. In quel campionato vinse 4 volte e fatta eccezione per un ritiro non finì mai oltre il 7° posto. Il papà ha vinto in tutto 24 GP (22 in 500 e 2 in 250), l'erede 8 (tutti in 500). Sul secondo gradino del podio troviamo i Gardner con 2 Mondiali e 24 GP in totale. Wayne Gardner è stato il primo australiano ad aggiudicarsi la classe regina, nel 1987 con la Honda al termine di una stagione trionfale: oltre a totalizzare più punti della concorrenza ottenne più vittorie (7), pole (10), giri veloci (8) e podi (12, come Randy Mamola). Pur esordendo nel Mondiale nel 2014, Remy è sbocciato solo nel 2019. Quest'anno ha spiccato il volo, vincendo la Moto2 con 5 trionfi e 12 podi. Diciotto le vittorie del papà in 500, dal 1986 al 1992, 6 quelle del figlio, tutte in Moto 2.; Sul terzo gradino del podio ci sono i Nieto con13 Mondiali e 91 GP vinti. Malgrado i 13 Mondiali vinti da Angel, gli spagnoli Nieto non occupano il vertice della classifica perché Pablo non ha mai avvicinato i risultati del padre. Specialista delle piccole cilindrate, Angel ha vinto 7 titoli iridati della 125, 5 della 50 e uno della 80, il primo nel 1969 l'ultimo nel 1984. Pur disputando 158 GP il figlio non ha mai chiuso un campionato nella Top 5: è stato 6° sia nel 2002 che nel 2004, con l'Aprilia dotata di impianto frenante Brembo.
    Novanta i GP vinti dal papà, uno solo (GP Portogallo 2003) dal figlio. Quarto posto per i Rossi, con 9 Mondiali e 118 GP vinti;. Pur avendo quasi una decina di titoli iridati in bacheca, i Rossi scontano l'assenza di Mondiali nel palmares di Graziano. Ci andò vicino nel 1979, anno di nascita di Valentino, con la Morbidelli: dopo una partenza a rilento vinse 3 GP di fila ma nelle ultime 4 gare raccolse solo 12 punti. Chiuse al 3° posto e pur correndo in 500 fino al 1982 non riuscì più a salire sul gradino più alto del podio. Valentino invece è stato iridato in 4 classi diverse (125 e 250 con l'Aprilia, 500 con la Honda, MotoGP con Honda e Yamaha) e ha conquistato 115 GP, sempre servendosi dei freni Brembo. ;Al quinto posto troviamo i Bradl con 1 Mondiale e 12 GP vinti. A differenza della Formula 1, non è facile trovare dei piloti tedeschi tra i più vincenti in moto, specie in epoca moderna. I Bradl sono un'eccezione anche se Helmut non è riuscito a coronare il sogno di vincere il Mondiale: nel 1991 in 250 con la Honda ci andò vicino, ma fu solo vicecampione, battuto per 17 punti da Luca Cadalora. Stefan invece è stato iridato 2011 della Moto2 con i freni Brembo battendo Marc Marquez grazie a 4 vittorie, 11 podi e soltanto due "zeri", uno a titolo già assegnato. Papà ha vinto 5 GP, tutti nel 1991 in 250, il figlio 2 in 125 e 5 in Moto2, dal 2008 al 2011.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X