Lunedì, 14 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Motori

Home Motori Viritech Apricale, hypercar a idrogeno da 1100 CV

Viritech Apricale, hypercar a idrogeno da 1100 CV

Motori
Viritech Apricale, hypercar a idrogeno da 1100 CV
© ANSA

Una hypercar alimentata a idrogeno e con 1100 CV e due milioni di dollari. Il progetto è quello della britannica Viritech, che potrebbe arrivare alla fase di produzione già nel 2023 della sua Apricale, da 'apricus', in latino 'toccato dal sole'. Considerata un'alternativa alle hypercar elettriche, secondo i progetti di Viritech, la Apricale dovrà raggiungere la metà del peso delle sue concorrenti a batteria. La produzione sarà probabilmente anche più esclusiva, perché limitata a soli 25 esemplari. Il basso peso sarebbe reso possibile dall'innovativo serbatoio di stoccaggio dell'idrogeno di Viritech. Realizzato in grafene e integrato nel telaio come componente portante della scocca dell'auto, così da ridurre i costi di progettazione e il peso complessivo della vettura. Se le specifiche delle prestazioni non sono ancora state rivelate, a parte il numero di CV stimato attorno ai 1100, l'azienda assicura che l'Apricale sarà in grado di sfidare le sue pari elettriche sul mercato. Oltre all'Apricale, Viritech sta anche sviluppando un camion a idrogeno chiamato Jovian e un SUV, chiamato invece Tellaro. L'obiettivo principale della startup inglese che ha deciso di puntare sulla tecnologia delle celle a combustibile, è quindi quello di superare alcuni inconvenienti delle attuali vetture 100% elettriche: il peso e il crescente utilizzo di grandi quantità di materie prime per gli accumulatori. Questa è la strategia che sta seguendo anche il co-fondatore della startup inglese, Matt Faulks, ex ingegnere di Formula che potrà contare sull'esperienza acquisita nel motorsport. Oltre al progetto avveniristico di Apricale, il fine ultimo di Viritech è quello di sviluppare una serie di tecnologie da poter poi vendere ad altre aziende che intendono realizzare veicoli con celle a combustibile, in particolare, a quelle del settore dei trasporti. 
   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X