Domenica, 18 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Motori

Home Motori Daimler Truck & Buses 2021, oltre a novità gli anniversari

Daimler Truck & Buses 2021, oltre a novità gli anniversari

Motori
Daimler Truck & Buses 2021, oltre a novità gli anniversari
© ANSA

Per la Stella a Tre Punte il 2021 rappresenta un momento davvero importante per il suo vasto ramo di attività che riguarda i veicoli per trasporto merci e persone. Non solo perché Daimler Trucks and Buses diventerà una entità societaria a sé stante nel corso dell'anno, ma anche perché nel 2021 cadono numerosi anniversari, primo fra tutti quello del 125 anni dalla nascita del primo camion realizzato da Gottlieb Daimler. Si festeggeranno anche i 75 anni dal debutto del 'tuttofare' Unimog, ma anche i 70 anni della marca di autobus Setra e i 25 anni dell'Actros, uno dei veicoli industriali più apprezzati al mondo.

E' il 1896 quando nasce il primo camion - con ruote in legno rivestite in ferro - che rappresenta una tale rivoluzione nel modo di trasportare le merci su strada, al posto dei carri trainati dai cavalli. Una novità davvero radicale che impedisce a Gottlieb di trovare un acquirente in Germania, tanto da obbligare a vendere il primo veicolo merci nella storia del Gruppo in Inghilterra. E' una assoluta rarità che obbliga per farlo muovere su strada a far camminare un membro dell'equipaggio davanti al veicolo, sventolando una bandiera rossa per avvertire gli altri utenti della strada.

Pur essendo assimilabile ad carro trainato dai cavalli, il camion Daimler è dotato di molle a balestra montate trasversalmente nella parte anteriore e molle elicoidali nella parte posteriore. Una soluzione necessaria non solo a causa delle cattive condizioni delle strade, ma anche perché il motore bicilindrico posteriore di 1,06 litri (noto come Phoenix) da 4 Cv era molto suscettibile alle vibrazioni.La trasmissione prevedeva una cinghia che trasferiva la potenza del motore a un albero che era montato trasversalmente. Ad ogni estremità di questo albero un pignone ingranava con i denti interni di una corona dentata saldamente collegata alla ruota da spingere.

Molto più tardi - sulla classe pesante SK - una costruzione riferibile al primo sistema di trasferimento del moto diventerà un marchio nel design dei camion Mercedes-Benz, cioè l'assale di riduzione al mozzo planetario.

E' invece il 1946 quando l'esemplare numero 1 dell'Unimog completa il suo primo giro di prova. Come testimonia una rara foto dell'epoca il capo progettista Heinrich Roessler in persona siede al volante del 'prototipo numero 1', un veicolo a trazione integrale privo di cabina. Lo si vede completamente carico di legno, su strade forestali accidentate vicino a Schwäbisch-Gmünd.

La creazione dell'Unimog è strettamente legata alla difficile situazione del dopoguerra, quando la Germania soffriva di carenze di approvvigionamento. Dopo il 1945 il Paese è afflitto da una terribile mancanza di cibo ed è così che Albert Friedrich - per molti anni a capo dello sviluppo dei motori aeronautici presso Daimler-Benz AG - viene l'idea di un mezzo agricolo a motore capace di aiutare ad aumentare la produttività nei campi e nei terreni da sfruttare.

Dopo aver rinnovato i suoi contatti con Erhard & Söhne, una società di costruzioni metalliche e fornitore di Daimler-Benz a Schwäbisch-Gmünd, Friedrich nel dicembre 1945 inizia a lavorare come responsabile del dipartimento per il mercato agricolo ma passa quasi subito la direzione del progetto al suo ex subalterno, il progettista Heinrich Roessler, in carica dal 2 gennaio 1946. In poche settimane viene sviluppato un nuovo schema generale che - grazie ad una particolare posizione del motore, del cambio e del trasferitore . perme di fornire in modo equilibrato la potenza alle grandi ruote. Una soluzione brillante, questa, che 75 anni dopo è ancora utilizzata per l'Unimog della serie U 4023/U 5023 ad alta mobilità. Da notare che il nome Unimog deriva da Universal Motor Gerät, ovvero macchina motorizzata ad impiego universale.

Sei anni più tardi, nel 1951, al Salone Internazionale dell'Automobile (IAA) di Francoforte viene presentato l'S8 primo autobus prodotto in serie con carrozzeria autoportante. Lo costruisce la Kässbohrer Fahrzeugwerke, con sede a Ulm, che proprio per ricordare questa caratteristica diventa la marca Setra, che significa 'autoportante'. L'attuale fiore all'occhiello di questo marchio è l'S 531 DT bus a due piani della gamma Setra TopClass 500.

Altro importante anniversario quello dell'autocarro Actros: alla fine del settembre 1996 Mercedes-Benz presenta alla edizione della IAA Veicoli Commerciali un nuovo veicolo pesante che rivoluziona il settore: è il primo autocarro dotato di freni a disco e sistema frenante a controllo elettronico (EBS). Actros è il veicolo più sicuro della sua categoria grazie ai sistemi Telligent con freni a disco, e ad un nuovo tipo di rivestimento dei passaruota che riduce in modo affidabile gli spruzzi durante la guida sotto la pioggia. Le cabine di Actros forniscono fino al 47% di spazio in più all'interno e sono state progettate per soddisfare le esigenze specifiche del conducente. Actros di recente ha vinto il titolo di Truck of the Year.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X