Venerdì, 05 Marzo 2021
stampa
Dimensione testo

Motori

Home Motori Ecobonus 2021 auto e moto, in poche ore richiesti 20 milioni di euro

Ecobonus 2021 auto e moto, in poche ore richiesti 20 milioni di euro

Motori
Ecobonus 2021
© ANSA

Sono partite le prenotazioni da parte dei concessionari degli ecobonus per le auto a basse emissioni. Nel primo giorno sono stati richiesti su ecobonus.mise.gov.it circa 20 milioni delle nuove risorse messe a disposizione della legge di bilancio 2021. Secondo i dati del ministero dello Sviluppo economico, la quasi totalità - circa 18 milioni - è stata prenotata per le auto con emissioni tra 61 e 135 grammi di CO2 al km (comprensive quindi di alimentazione a benzina o diesel di ultima generazione), mentre per le auto elettriche o ibride, tra 0 e 60 g/km, sono stati prenotati poco più di 2 milioni di euro. 

I contributi concessi per le fasce di emissioni 0-20 g/km e 21-60 g/km sono stati rifinanziati nella legge di bilancio con 120 milioni di euro per tutto il 2021, portando l'ammontare complessivo per questa categoria a 390 milioni di euro, grazie a 270 milioni già stanziati (a queste risorse potranno peraltro aggiungersi anche i residui degli anni precedenti). Questa la suddivisione degli incentivi: 0-20 g/km: 6.000 euro con rottamazione e 4.000 senza rottamazione; 21-60 g/km: 2.500 euro con rottamazione e 1.500 senza rottamazione. Alle stesse due fasce potranno aggiungersi 2.000 euro con rottamazione e 1.000 senza rottamazione fino al 31 dicembre 2021, ed in tal caso è anche previsto uno sconto praticato dal venditore pari ad almeno 2.000 euro o 1.000 euro a seconda che sia presente o meno la rottamazione. Le due fasce di emissioni 61-90 g/km e 91-110 g/km sono state rimodulate in un'unica fascia 61-135 g/km, finanziata con 250 milioni di euro che sono andati a rimpinguare il precedente fondo andato esaurito. La durata dell'incentivo pari a 1.500 euro è di sei mesi e sarà possibile usufruirne solo con rottamazione. Anche in questo caso all'incentivo si aggiunge uno sconto praticato dal venditore pari ad almeno 2.000 euro.

Dal 1 gennaio 2021 sono disponibili oltre 700 milioni di euro per i cittadini per l'acquisto di veicoli a basse emissioni relativi sia alle categorie dei motocicli L1 (in pratica i motorini con cilindrata non superiore ai 50 cc) e delle auto M1 (con al massimo 8 posti a sedere) sia alla nuova categoria dei veicoli commerciali 'leggeri' di categoria N1. I concessionari, annuncia il ministero dello Sviluppo economico in una nota, potranno, a partire dalle ore 10 di lunedì 18 gennaio, accedere sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it per inserire le prenotazioni del contributo per veicoli M1, mentre è già possibile prenotare i contributi per la categoria L.

Ai contributi già previsti dalla legge di Bilancio 2019 e dai successivi dl Rilancio 2020 e dl Agosto 2020, spiega ancora il Mise, si aggiungono ulteriori risorse stanziate per il fondo automotive con la legge di Bilancio 2021. In particolare, i contributi concessi per le fasce di emissioni 0-20 g/km e 21-60 g/km sono rifinanziati con ulteriori 120 milioni di euro per tutto il 2021, portando l'ammontare odierno a 390 milioni di euro, essendo 270 milioni già stanziati. A queste risorse potranno aggiungersi i residui degli anni precedenti. Questa la suddivisione degli incentivi: 0-20 g/km: 6.000 euro con rottamazione e 4.000 senza rottamazione; 21-60 g/km: 2.500 euro con rottamazione e 1.500 senza rottamazione. Alle stesse due fasce potranno aggiungersi 2.000 euro con rottamazione e 1.000 senza rottamazione fino al 31 dicembre 2021, ed in tal caso è anche previsto uno sconto praticato dal venditore pari ad almeno 2.000 euro o 1.000 euro a seconda che sia presente o meno la rottamazione. Le due fasce di emissioni 61-90 g/km e 91-110 g/km sono state rimodulate in un'unica fascia 61-135 g/km (dal primo gennaio ci sarà infatti un nuovo ciclo di rilevazione delle emissioni), finanziata con 250 milioni di euro. Il precedente finanziamento è andato esaurito. La durata dell'incentivo pari a 1.500 euro è di sei mesi e sarà possibile usufruirne solo con rottamazione. Anche in questo caso all'incentivo si aggiunge uno sconto praticato dal venditore pari ad almeno 2.000 euro. Infine, è stato introdotto un nuovo incentivo sui veicoli commerciali leggeri N1 e M1 speciali, proporzionale alle emissioni e finanziato con 50 milioni di euro. La prenotazione di questi contributi da parte dei concessionari sulla piattaforma ecobonus sarà possibile nei prossimi giorni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X