Sabato, 11 Luglio 2020
stampa
Dimensione testo

Motori

Home Motori Porsche supporta le fasce sociali più colpite dall'emergenza

Porsche supporta le fasce sociali più colpite dall'emergenza

Motori
Porsche supporta le fasce sociali più colpite dall'emergenza
© ANSA

In un momento di particolare emergenza socio-sanitaria ed economica, Porsche Italia dà il via a 'Uniti per Ripartire', una campagna a supporto delle fasce sociali più colpite dall'emergenza. Per farlo, la filiale italiana di Porsche si avvale della collaborazione di Caritas, l'organismo che promuove la testimonianza della carità nella comunità ecclesiale in coordinamento con le 218 Caritas diocesane sparse su tutto il territorio nazionale. Una organizzazione capillare che si integra con i 30 Centri Porsche che, oltre a costituire la rete di Porsche in Italia, saranno gli attivi protagonisti dell'iniziativa.

Per ogni vettura nuova consegnata dal 1 giugno al 10 agosto, infatti, Porsche Italia e i suoi concessionari devolveranno, alla Caritas Diocesana del territorio di appartenenza del Centro Porsche, 1.000 euro erogati per metà dalla concessionarie e per metà da Porsche Italia. La somma, a scelta del cliente, sarà destinata ad aiutare 40 famiglie o 10 ragazzi. E visto che le vetture in consegna nel periodo di attivazione dell'iniziativa sono più di 1.000, è facile che si superi quota un milione di euro.

I fondi così raccolti saranno destinati a contrastare la povertà alimentare attraverso la fornitura di generi di prima necessità, oppure la cosiddetta povertà educativa attraverso l'acquisto di strumenti digitali che favoriscano la scolarità a distanza (pc, tablet, stampanti) ma anche iniziative di socializzazione e insegnamento.

''Questa volta per vincere non dobbiamo lasciare indietro nessuno - commenta Pietro Innocenti, amministratore delegato di Porsche Italia - La ripartenza ha bisogno del contributo e del coinvolgimento di tutti. È necessario aiutare i più deboli a ritrovare dignità e voglia di ripartire''. Con l'iniziativa 'Uniti per Ripartire' si completa la serie di azioni che Porsche Italia e la sua rete di concessionari hanno messo in atto per superare l'emergenza Covid-19 già nei primi giorni. Un segno di responsabilità sociale e di affetto per un territorio nel quale Porsche è presente da oltre 35 anni. In particolare Innocenti aveva già dimostrato la sua attenzione, e uella di Porsche Italia, nel 2013 in occasione della tappa dell'Italian Tour 911 - con la sfilata di 200 splendide 911 a Torino. L'evento era stato dedicato alll'associazione di volontariato 'Una breccia nel muro' costituita nel 2010 per dare una risposta concreta alla solitudine e all'incertezza, anche terapeutica, in cui si sono trovate per troppo tempo le famiglie con bambini autistici.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X