Giovedì, 27 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Motori

Home Motori Bosch ConnectedWorld 2020 vetrina delle prossime innovazioni

Bosch ConnectedWorld 2020 vetrina delle prossime innovazioni

Motori
© ANSA

Bosch dà appuntamento a Berlino per il ConnectedWorld 2020, l'evento del settore Internet of Things (IoT) che, ogni anno, permette agli addetti ai lavori e alla stampa di fare il punto sullo sviluppo di questo importantissimo settore che non coinvolge - evidentemente - solo le automobili e gli altri veicoli, ma spazia dalle industrie al settore agricolo, dalle abitazioni alla logistica, cioè dove ci sono oggetti (o 'cose') che possono dialogare con altri oggetti o con l'uomo. Fra il 19 e il 20 febbraio Berlino diventerà una grande vetrina, più virtuale che fisica naturalmente, per scoprire e valutare cos'è oggi l'Internet delle cose e quali soluzioni renderanno la vita di tutti i giorni più facile in futuro in viaggio, a casa e al lavoro. E' il caso, ad esempio, dell'aumento dell'elettrificazione, dell'automazione e della connettività che stanno ponendo richieste sempre più elevate sull'architettura elettronica dei veicoli. Una chiave risolutiva per i veicoli del futuro - anticipa Bosch - sta nelle nuove unità di controllo ad alte prestazioni destinate ai veicoli, cioè a tutti quei computer 'imbarcati' (che Bosch sta già producendo) e che, aumentando la potenza di calcolo di un fattore 1.000, permetteranno entro l'inizio del prossimo decennio di risolvere i problemi legati alla guida automatizzata, alla gestione della catena cinematica e alla integrazione ancor più spinta dei sistemi di infotainment e di assistenza alla guida.

Altra importante novità è la cosiddetta 'battery in the Cloud', cioè quella soluzione che Bosch ha sviluppato per prolungare la durata delle batterie nelle auto elettriche. Il sistema utilizza funzioni software intelligenti che analizzano lo stato di carica in base ai dati in tempo reale del veicolo e del contesto (topografia, traffico, condizioni ambientali) che caratterizza i dintorni dell'auto. Riconosce i fattori di stress per la batteria, come la ricarica ad alta velocità. Sulla base dei dati raccolti, il software Bosch calcola i provvedimenti da prendere nella definizione del percorso (con eventuali soste o deviazioni) e i migliori processi di ricarica da attuare, con la finalità a lungo termine di contrastare - attraverso questa gestione ottimizzata - l'invecchiamento delle celle della batteria. Tale innovativa funzione va utilizzata assieme alla soluzione integrata di ricarica e navigazione di Bosch, il Convenience Charging, consente la previsione precisa dell'autonomia, la pianificazione del percorso - comprese le fermate per la ricarica - e la spesa più conveniente per questo 'rifornimento'.

A Berlino Bosch farà anche il punto sulle soluzioni per la e-mobility su lunghe distanze. In questo tipo di utilizzazioni è evidente l'assoluta superiorità dei sistemi a celle di combustibile alimentate con idrogeno. Le celle a combustibile offrono lunghe percorrenze, brevi tempi di rifornimento e - con idrogeno prodotto utilizzando energia rinnovabile - una reale assenza di emissioni. Bosch, che prevede di commercializzare una cella a combustibile frutto di una collaborazione con la società svedese Powercell, sta sviluppando tutti i componenti essenziali del sistema in uno stadio pronto per le linee di produzione dei veicoli.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X