Domenica, 15 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Piemonte: governatore Cirio, Regione taglia Irap e bollo per auto nuove

Motori
MANOVRA IN GAZZETTA, SCATTANO NORME SU TASSE A SANITA'
© ANSA

Il Piemonte esenta dal Bollo Auto per tre anni coloro che vendono un'auto euro 0,1 o 2 per acquistarne una euro 6, purché non di lusso. Inoltre taglia fino a un terzo l'Irap dovuta dalle aziende di nuovo insediamento, e diminuisce di una somma compresa fra 20 mila e 40 mila euro quella che devono pagare le aziende che stabilizzano i propri dipendenti. Sono le misure principali della Legge di Stabilità della Regione, approvate dalla Giunta e presentate oggi dal governatore Alberto Cirio, insieme ai capigruppo della maggioranza: Alberto Preioni (Lega), Paolo Ruzzola (Fi) e Maurizio Marrone (Fdi).
    "Siamo molto soddisfatti - ha commentato Cirio - con queste scelte alleggeriamo le mani del fisco nelle tasche dei piemontesi e diamo impulso a un lavoro più stabile".
    "L'auto - ha rimarcato - non è un bene di lusso, è come la prima casa, serve per vivere e lavorare. Il nostro obiettivo è diventare la prima Regione in cui non si paga il bollo, ma siamo seri e andiamo per gradi". "Nell'insieme - ha aggiunto il governatore Cirio - questi sgravi sono fra i più rilevanti che la Regione abbia mai fatto in favore delle imprese e delle famiglie. In Piemonte le persone che potrebbero giovarsi dell'esenzione dal Bollo Auto sono 500 mila, stimiamo che scelgano di farlo il 10%: quindi circa 50 mila. In ogni caso la misura riguarda potenzialmente un quinto del parco auto regionale, e una fetta non da poco dei 450 milioni l'anno a cui assommano le entrate regionali legate al Bollo Auto". "In un momento di difficoltà - ha osservato Ruzzola - cerchiamo di alleviare le difficoltà economiche delle famiglie e delle imprese, facendo una scelta che è anche a favore dell'ambiente". "Meno tasse - ha puntualizzato Preioni - rappresentano la ricetta che adottiamo per far ripartire il Piemonte. In nostri imprenditori sono bravi, ma vanno lasciati liberi di lavorare". "Questi provvedimenti - ha concluso Marrone - dimostrano la discontinuità impressa dal governo di centrodestra su importanti scelte di carattere economico e sociale".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X