Venerdì, 06 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Fiat 600 Multipla in passerella al V&A Museum di Londra

 La Fiat 500 Multipla della collezione FCA Heritage sarà protagonista a Londra della mostra 'Cars: Accelerating the Modern World', allestita presso il V&A museum.

La rassegna d'Oltremanica che aprirà dal 23 novembre al 19 aprile 2020, curata da Brendan Cormier e Lizzie Bisley, con l'assistenza di Esme Hawes, patrocinata da Bosch, punta a evidenziare l'impatto che l'automobile ha avuto sulla società moderna. In passerella ci saranno con la Multipla altri 14 veicoli che per design, innovazione e impatto sociale hanno cambiato il mondo negli ultimi 130 anni. Strutturata in tre sezioni principali, la mostra accoglie oltre 250 oggetti legati al mondo delle quattro ruote.

La 600 esposta a Londra fa parte della collezione di FCA Heritage ed è normalmente ammirabile presso il Centro Storico Fiat di Torino. In occasione del 120 anni di Fiat, FCA Heritage ha organizzato numerose attività celebrative, tra cui la decisione di prestare la Multipla per l'evento di Londra e la partecipazione della Fiat 3½ HP del 1899, di proprietà di FCA UK Ltd e in mostra permanente presso il National Motor Museum di Beaulieu, alla "London to Brighton Veteran Car Run". La Multipla condivide la meccanica e parte della componentistica con la Fiat 600 del 1955. Inizialmente pensata come versione 'giardiniera' fu poi sviluppata come 'tuttospazio'. Il suo esordio ufficiale avvenne nel gennaio del 1956 al Salone di Bruxelles. Dotata di motore posteriore a sbalzo, ha l'abitacolo prolungato in tutta la parte anteriore e quattro porte, con le anteriori che si aprono controvento. Al posto del cofano anteriore, occupato nella berlina dal serbatoio e dalla ruota di scorta, trova spazio un divano due posti. Il frontale della vettura è quasi completamente verticale, come in un piccolo pullman. La sua parte posteriore è, al contrario, affusolata e aerodinamica. All'interno l'abitacolo ospita tre file di sedili in cui possono accomodarsi fino a sei persone. Nel 1960 Fiat aggiornò la gamma della 600 con la nuova versione D di cilindrata maggiore. Nell'allestimento taxi il sedile del passeggero anteriore venne sostituito da un piano porta-valigie, l'abitacolo nella parte posteriore era allestito con due sedili e due strapuntini per ospitare da due a quattro passeggeri.

"Presentata al Salone di Bruxelles del 1956 - ricordano da Fiat -, la 600 Multipla propone una linea assolutamente inedita e uno spazio interno eccezionale. Con i sedili disposti su tre file può infatti ospitare comodamente sei persone oppure, con quattro sedili ribaltati, offrire un ampio e versatile piano di carico. Per la sua versatilità e il suo impareggiabile comfort, la "Multipla" diventa la beniamina dei tassisti e delle famiglie italiane per oltre un decennio".  

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X