Sabato, 14 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Biocarburanti, Governo francese contro Total su olio palma

Motori
Biocarburanti, Governo francese contro Total su olio palma
© ANSA

Suscitando non poca sorpresa, visto che poche ore prima era stato approvato un provvedimento esattamente contrario, il Parlamento francese ha votato venerdì per eliminare le agevolazioni fiscali concesse all'uso dell'olio di palma nella produzione dei biocarburanti. La decisione di ritardare fino al 2026 - si legge in un rapporto di Euronews - che era stata approvata giovedì era stata accolta con vivaci proteste da una parte dei deputati, con gli ambientalisti in primo piano. La proposta sostenuta dal Governo prevedeva di offrire alle compagnie petrolifere molto tempo in più per eliminare gradualmente l'uso dell'olio di palma nella produzione dei biocarburanti. In particolare Total aveva già cercato di rovesciare il divieto di usare olio di palma - stabilito nel documento sul bilancio 2019 - attraverso un appello alla Corte Costituzionale, ma questo era stato respinto in ottobre. Il colosso petrolifero francese sostiene che la rimozione delle agevolazioni fiscali metterà a rischio il suo sito di produzione di biocarburanti a La Mede, nel sud della Francia.

Total ha investito 275 milioni di euro per convertire il sito che in precedenza era una raffineria di petrolio greggio ed aveva iniziato la produzione nello scorso luglio, utilizzando olio di palma tra gli elementi per produrre biocarburanti.

''I biocarburanti sono completamente rinnovabili - ha dichiarato Bernard Pinatel, presidente di Total per raffinazione e prodotti chimici - e rappresentano una soluzione immediatamente disponibile per ridurre le emissioni di carbonio del trasporto terrestre e aereo. In quanto prodotti da materie prime sostenibili, emettono oltre il 50% in meno di carbonio rispetto ai combustibili fossili''. Nell'avviare la produzione a La Mede Total aveva dichiarato di utilizzare per i biocarburanti circa un 60% - 70% di oli vegetali sostenibili compresi semi di colza, olio di palma e olio di semi di girasole, e un restante 40%- 30% di rifiuti trattati contenenti grassi animali, olio da cucina e altri residui idonei.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X