Domenica, 15 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

A Service day focus sui ricambi auto, mercato da 30 mld euro

Il mercato dei ricambi auto vale in Italia circa 30 miliardi di euro. Si tratta di un comparto in evoluzione, anche per la trasformazione che sta passando quello dell'auto nuova. Di questo e di altre tematiche connesse si è parlato al Brixia Forum di Brescia nell'ambito di Service Day, nel convegno 'Il nuovo futuro del post-vendita'.

L'iniziativa è nata da una idea di AsConAuto, associazione che in Italia raggruppa 23 consorzi, 935 concessionari auto con 1.755 sedi operative con magazzini ricambi, rappresenta 91 marchi e 21.016 autoriparatori, dislocati in 86 province di 17 regioni. L'evento, organizzato con Quintegia, ha messo a confronto i protagonisti del settore automotive.

Come sottolinea durante il suo intervento da Fabrizio Guidi, presidente di AsConAuto, "Il ricambio originale è per chiunque, specialmente per il cliente, garanzia di qualità e sicurezza. Il mondo del service delle quattro ruote muta rapidamente e gli italiani guardano con interesse crescente a nuove forme di assistenza, ispirate alla comodità e alla personalizzazione del servizio. Supportare il futuro del service richiede di operare a favore di una nuova cultura del comparto in modo da favorire lo sviluppo di tutta l'attività del team, così come l'attività nella ricerca e nell'inserimento di nuovi talenti all'interno della filiera dedicata all'assistenza post-vendita. Un modo per creare le condizioni idonee per una rivoluzione nei servizi e nella tecnologia, che è ormai alle prese con veicoli elettrici, connessi e a guida autonoma".

Alla chiusura ufficiale dei lavori è seguita una festa per la celebrazione di 20 anni di attività realizzata dal Consorzio DOC - Brescia Bergamo che aderisce dalla fondazione ad AsConAuto e ne condivide dall' inizio il progetto innovativo che ne ha supportato la costante crescita. Vi hanno partecipato oltre 1.700 persone. Il dibattito e la cena sono stati allietati da uno spettacolo di Paolo Cevoli di Zelig.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X