Lunedì, 24 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Motori

Home Motori Concorso Italiano, sempre più protagonista di Monterey Week

Concorso Italiano, sempre più protagonista di Monterey Week

Motori
Concorso Italiano, sempre più protagonista di Monterey Week
© ANSA

Si è conclusa con successo l'edizione 2019 di Concorso Italiano, l'evento internazionale che da 33 anni accoglie e riunisce negli Stati Uniti, in occasione della Monterey Car Week, tutti gli appassionati delle auto italiane. Sui green del Bayonet Black Horse Golf Course, oltre 5 mila metri quadrati di superficie espositiva, sono stati presenti i maggiori brand italiani e più di 10.000 visitatori provenienti da tutto il mondo, in crescita del 10% rispetto allo scorso anno.

''Al grande successo di quest'anno - ha commentato Tom Mc Dowell, presidente di Concorso Italiano - hanno contribuito la serie di presentazioni di auto e moto, tra cui alcuni pezzi unici di assoluta rarità, oltre a un boom di nuove presenze e attività, e alla partecipazione di personaggi di spicco del panorama automotive e artistico italiano''.
Concorso Italiano si è aperto nella mattina di sabato 17 con la presentazione dei conduttori Myles Kitchen, appassionato di auto e consulente per start up dell'automotive, Matt Stone, giornalista free lance ed editore del magazine Motor Trend Classic, Gary Bobileff della Bobileff Motorcar Company, presidente di Giuria e Raffaello Porro, titolare della società di consulenza marketing StudioRPR specializzata nell'automotive di lusso, nell'innovazione e nelle business combination.

''L'ingresso di nuovi sponsor italiani come Pirelli e Menabrea - ha detto Porro, che è anche ambasciatore in Italia dell'evento - oltre all'accresciuta presenza di personaggi e brand di auto prestigiosi e alla sottoscrizione di un accordo quinquennale con il golf club sono le premesse per uno sviluppo di Concorso che rafforzerà il suo appeal tra i diversi eventi della Monterey Car Week. Cercheremo di crescere mantenendo intatto lo spirito vivace e spontaneo che lo caratterizza, sul green come nei punti di ristoro e nelle presentazioni sul palco''.

L'assegnazione del Best in Show Award - momento che ha regalato emozioni a tutti i presenti - ha visto primeggiare la Ferrari 250 GT II Cabriolet del 1960. Il premio, disegnato da Samuel Chuffart, VP e capo del design di Icona Design Group e realizzato da Egidio Reali di MR Collection, è stato consegnato a Ron Corradini (Newport Beach, CA) proprietario della 250 GT II Cabriolet magistralmente restaurata da Hot Rods & Hobbies. Lo stesso Corradini ha vinto Il Chairman's Award per una Maserati Ghibli della sua collezione.

Il premio PirelliPerfectFitAward è andato al possessore di una Alfa Romeo 2000 Touring del 1960, equipaggiata con pneumatici vintage Pirelli Collezione. Questa proposta della Casa della P lunga è una gamma dedicata espressamente alle vetture vintage progettate tra il 1950 e il 1980, per offrire alle vetture da collezione repliche dei modelli dell'epoca - l'Alfa vincitrice montava pneumatici Cinturato CA67 - ma realizzate con materiali e tecnologie attuali.
Mario Carlo Baccaglini, fondatore della mostra Auto e Moto d'Epoca di Padova, è stato invece premiato con La Bella Macchina Award, per 'la sua passione e il suo costante impegno nella promozione delle auto d'epoca', mentre il Valentino Balboni Award, (realizzato dall'artista italiana Francesca Lugli) è stato assegnato alla Lamborghini Countach in ricordo dell'esperienza vissuta da Balboni stesso durante gli anni trascorsi nell'azienda di Sant'Agata Bolognese.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X