Mercoledì, 21 Agosto 2019

Autocarri e bus, mercato in calo: bene alimentazione a gas

Motori
© ANSA

Forte contrazione, a luglio, per il mercato degli autocarri mentre prosegue il calo dei bus e recuperano i veicoli trainati.

È questo il bilancio stilato da ANFIA (associazione nazionale filiera industria automobilistica), secondo la quale a luglio 2019, sono stati rilasciati 1.689 libretti di circolazione di nuovi autocarri (-21,4% rispetto a luglio 2018) e 1.129 libretti di circolazione di nuovi rimorchi e semirimorchi pesanti, ovvero con massa a pieno carico superiore a 3.500 kg (+5%), suddivisi in 120 rimorchi (-3,2%) e 1.009 semirimorchi (+6,1%). Per entrambi i comparti si conferma un trend negativo nei primi sette mesi del 2019: 15.659 libretti di circolazione di nuovi autocarri, il 3,1% in meno del periodo gennaio luglio 2018, e 9.838 libretti di circolazione di nuovi rimorchi e semirimorchi pesanti (-5,7% rispetto a gennaio-luglio 2018), così ripartiti: 938 rimorchi (-0,4%) e 8.900 semirimorchi (-6,2%). Passando all'analisi delle alimentazioni, gli autocarri alimentati a gas registrano, a gennaio-luglio 2019, una quota del 6,8%. Nello specifico, le vendite di autocarri a metano crescono del 56,5% e quelle a GNL del 40%, segno della sempre crescente attenzione alle tecnologie alternative e sostenibili, supportate nella loro accettazione da parte del mercato grazie anche alla parallela e progressiva espansione delle infrastrutture su tutto il territorio nazionale. Con le ultime 2 aperture a Vicolungo e Camerano, sale a 48 il numero degli impianti GNL - L-CNG attivi in Italia, 10 in più dall'inizio dell'anno.

In attesa dell'entrata in vigore della misura nazionale di incentivo agli investimenti per le imprese di autotrasporto, una spinta al mercato ed alle infrastrutture sarà certamente data dalle politiche messe in atto dalla Regione Lombardia, che oltre a rifinanziare la misura di rinnovo dei veicoli commerciali ed industriali, ha stanziato 2 milioni di euro per la realizzazione di 12 nuovi impianti GNL. In Lombardia l'attuale dotazione è di 9 impianti su 11.700 chilometri di strade primarie, corrispondenti a un impianto ogni 1.300 chilometri circa. Con l'entrata in esercizio dei 12 nuovi impianti realizzati anche grazie al bando, il totale delle stazioni salirà a 21, con una media, quindi, di un impianto ogni 550 chilometri circa.

Il mercato degli autobus con massa a pieno carico superiore a 3.500 kg, nel mese di luglio registra 316 nuove unità, riportando una flessione del 7,6%. Nel mese tutti i comparti riportano un segno negativo: -4% per gli autobus adibiti al trasporto pubblico locale, -13,6% per autobus e midibus turistici, -1,7% per i minibus e -28,6% per gli scuolabus. Nei primi sette mesi del 2019, sono stati rilasciati 2.309 libretti di autobus contro i 2.506 di gennaio-luglio 2018, con un calo tendenziale del 7,9%. Mantengono segno positivo soltanto gli scuolabus (+6,9%), mentre chiudono in flessione rispetto ai primi sette mesi del 2018 gli autobus adibiti al trasporto pubblico locale (-13,8%), gli autobus e midibus turistici (-4,6%) e i minibus (-3,8%).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X