Giovedì, 22 Agosto 2019

Smart EQ ForFour, arriva l'elettrica 'per tutti'

Dal centro di Roma al mare di Ostia e ritorno senza ricaricare la batteria: è la sfida lanciata da Smart per la prova della nuova ForFour EQ per dimostrare che l'autonomia dell'elettrica basta a coprire un tragitto di oltre 100 km.

SmartEQ ForFour condivide molti elementi di design con la sorella minore, ma la vera novità è il 'cuore', visto che il marchio tedesco ha definitivamente abbandonato i motori endotermici e, d'ora in poi, equipaggerà le sue citycar esclusivamente con motori elettrici. Nella coda è alloggiato un propulsore elettrico da 60 kW (81 CV) che trasferisce la sua potenza alle ruote attraverso un rapporto di trasmissione costante. A vettura ferma sviluppa subito una coppia di ben 160 Nm: più o meno come una Brabus, brucia i 0-60 km/h in 4.6 secondi. L'autonomia è di circa 150 km, con velocità limitata elettronicamente a 130 km/h. In fase di rilascio o in frenata l'energia cinetica della vettura viene convertita in energia elettrica, operando il recupero di energia. Grazie all'assistenza radar, un sensore monitora la circolazione stradale e seleziona il livello di recupero di energia più adatto.

In meno di tre metri e mezzo di lunghezza trovano posto 4 persone, e il volume di carico - ribaltando gli schienali - arriva a 975 litri. Sfruttati al massimo gli spazi, con un rapporto tra lunghezza esterna ed interna del 77%. Le porte posteriori, con un raggio di apertura di quasi 90°, favoriscono l'accesso e facilitano il carico di oggetti ingombranti. Il raggio di sterzata è di 8.65 metri.
Fedele alla vocazione di sempre, Smart EQ rimane un'auto adatta all'uso quotidiano: ha una autonomia sufficiente per gli spostamenti urbani e si ricarica anche dalla rete elettrica casalinga in una notte. Nelle colonnine da 22 kwh, è sufficiente mezz'ora per arrivare all'80%. Lo stato di ricarica è controllabile anche via app, così come è possibile preclimatizzare la vettura. Grazie all'accordo col produttore Geely, dal 2022 sono attesi accumulatori ancora più performanti.
Bassi i costi di gestione: una ricarica dall'impianto di casa costa circa 4 euro (un terzo del carburante) mentre un tagliando si attesta sui 75 euro.

Aggressiva la politica dei prezzi: il modello base parte da 24.900 euro, comprese la batteria (garantita 8 anni) e la wall box domestica, che scende a 18.900 grazie ai 6mila euro di ecobonus. L'auto elettrica meno costosa sul mercato, per di più in linea con quanto un utente Smart spende per l'acquisto di un'auto a combustione. Per chi preferisce, c'è anche la soluzione leasing: con un anticipo di tremila euro e una rata di 148 euro/mese.
E la scommessa di Smart, com'è andata? Roma, si sa, è una città dal traffico imbizzarrito e nel tragitto abbiamo incontrato due tamponamenti che ci hanno costretto a lunghi rallentamenti. Complici i 35°, però, l'aria condizionata era in funzione e la musica accesa incidendo di certo sul consumo. Scommessa vinta, ma per un soffio. Un po' di autonomia in più per far fronte a necessità improvvise, però, non sarebbe sgradita...

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X