Martedì, 18 Giugno 2019

Con Renault e Publicis libri e giornali salgono sulle auto

Motori
Con Renault e Publicis libri e giornali salgono sulle auto
© ANSA

Gruppo Renault e Publicis Groupe, in particolare per conto della sua agenzia editoriale Relaxnews, hanno firmato un accordo strategico che punta da assicurare una nuova dimensione strutturante al concetto AEX (Augmented Editorial Experience). Questa 'rivoluzione' nell'infotainment, presentato all'ultimo Salone dell'Auto di Parigi, permetterà infatti di creare la prima piattaforma mondiale di contenuto editoriale ideata per la mobilità. Con l'avvento dei veicoli connessi e autonomi, il Gruppo Renault ha inteso accelerare lo sviluppo di una nuova attività strategica, per reinventare le modalità di fruizione del tempo trascorso a bordo. Uno di questi aspetti riguarda appunto la possibilità di fornire un'esperienza immersiva e arricchita di contenuti editoriali e personalizzati di valore che - secondo gli esperti - saranno un elemento di reale differenziazione nella scelta di acquisto e fruizione di un veicolo. Relaxnews - la newstech acquisita da Publicis a maggio 2015 - in base all'accordo potrà contribuire all'accelerazione del progetto AEX mettendo a disposizione la la sua esperienza strategica, editoriale e tecnologica di agenzia stampa, le competenze dei suoi team e la sua rete di partner. In aggiunta la divisone Publicis.Sapient del grande gruppo francese della pubblicità e della comunicazione avrà un ruolo strategico nel progetto, fornendo il supporto tecnico ai team per lo sviluppo della piattaforma in termini di UX (interfaccia utente), tecnologia e project management. Tra le opportunità su cui lavorerà la JV vi sono un'esperienza di navigazione editoriale iche permette, durante il viaggio, di accedere ai contenuti di diversi fornitori o editori, grazie ad un sistema di link ipertestuali, un' esperienza multi-contenuto e multi-source (per qualsiasi tipo di media e di contenuto audio, news, musica, audiolibri, podcast, e-learning) e un'esperienza interattiva e personalizzata attraverso il comando vocale. In questo caso grazie all'intelligenza artificiale, gli occupanti del veicolo autonomo potranno interagire con la piattaforma, che imparerà a conoscere i suoi centri di interesse diventando anche forza propositiva.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X