Venerdì, 27 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Motori

Home Motori Nuova Ferrari Portofino, una Gran Turismo tutta da scoprire

Nuova Ferrari Portofino, una Gran Turismo tutta da scoprire

ROMA - Un vero concentrato di 'passione' e di innovazione, finalizzata a raggiungere i più elevati livelli di prestazioni e, contemporaneamente, di qualità della vita a bordo. Ferrari Portofino, la nuova Gran Turismo V8 del Cavallino Rampante - appena svelata al Salone di Francoforte - alza l'asticella in questo segmento elitario grazie alla combinazione di dinamicità, potenza e versatilità, che consentono un divertimento di guida e un confort on board unici sul mercato. Con i suoi 600 Cv e un'accelerazione da 0 a 200 km/h che si realizza in soli 10,8 secondi, Portofino è, infatti, la più potente convertibile a offrire contemporaneamente un tetto rigido retrattile, un baule capiente e una grande abitabilità, arricchita da due posti posteriori utilizzabili per brevi percorrenze. Una Ferrari da utilizzare tutti i giorni e in grado di trasformarsi da vera berlinetta a scoperta capace di regalare un sound unico e un coinvolgimento nell'esperienza di guida quotidiana. Il tetto rigido, un vero hard top, è stato completamente rivisitato, può essere aperto o chiuso in soli 14 secondi e adesso può essere azionato in movimento a bassa velocità. Grazie alla nuova sagomatura del bagagliaio, Ferrari Portofino è inoltre in grado di trasportare due cabin trolley in versione spider e tre in configurazione coupé ed è dotato di vano passante per gli sci o altri oggetti lunghi. Perfetta per tutte le occasioni, rappresenta un connubio vincente di design, tecnologia e prestazioni. La nuova struttura in alluminio ha permesso una forte riduzione di peso complessivo e questo, abbinato all'incremento di 40 Cv a confronto con la California T, porta a un deciso miglioramento delle prestazioni, con una corrispondente riduzione delle emissioni. Benefici alla dinamica veicolo derivano dall'introduzione, per la prima volta su questo modello, dello sterzo elettrico, del differenziale elettronico di terza generazione E-Diff3 e delle ultime evoluzioni dei controlli elettronici delle sospensioni SCM-E integrati dall'ESP Premium 9.1. Partendo dal precedente turbo 8V i tecnici della Ferrari hanno lavorato su più fronti per fornire un'erogazione di 600 Cv con l'introduzione di nuovi componenti meccanici specifici e a una taratura dedicata dei software di gestione motore.

L'ulteriore miglioramento dell'efficienza meccanica è garantito dalla pompa dell'olio a doppio livello di pressione, in grado di limitare fino al 30% la richiesta di potenza idraulica rispetto ad una pompa classica. L'adozione di un nuovo intercooler in grado di incrementare il raffreddamento dell'aria e, allo stesso tempo, minimizzare la resistenza fluidodinamica, contribuisce al raggiungimento delle prestazioni del motore. Anche il motore della Portofino gode di zero turbo lag, con una risposta all'acceleratore sempre inferiore a 1 secondo ed è dotato di Variable Boost Management, il software di controllo sviluppato da Ferrari che varia la coppia erogata in funzione della marcia utilizzata. Al salire delle marce (dalla 3a alla 7a) viene infatti aumentata la quantità di coppia disponibile, fino a raggiungere i 760 Nm. Questo ha permesso, da un lato di poter utilizzare nelle marce più alte dei rapporti più lunghi, utili al contenimento di consumi ed emissioni, e dall'altro di adottare curve di coppia sempre crescenti nelle marce più basse garantendo così una costante sensazione di spinta. Altri 'dettagli' da scoprire sono quelli nell'abitacolo: In linea con le altre granturismo Ferrari, la dotazione di sistemi di controllo HMI (Human-Machine-Interface) della Portofino prevede un quadro portastrumenti dotato di doppio display TFT con al centro il contagiri analogico racchiuso da una profonda palpebra circolare antiriflesso perfettamente in asse con il nuovo volante di gamma Ferrari multifunzione. Al passeggero è dedicato il display capacitivo che offre informazioni complete relative a velocità, regime di rotazione del motore, rapporto del cambio in uso. Il complesso delle dotazioni di infotainment viene infine gestito attraverso lo schermo full-HD multi-touch capacitivo da 10,25 pollici, opportunamente collocato al centro della plancia e facilmente fruibile da entrambi gli occupanti.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X