Mercoledì, 07 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Life Style

Home Life Style Roma is possible, lo sport abbraccia l'inclusività

Roma is possible, lo sport abbraccia l'inclusività

Un inedito campo da calcio galleggiante sul Tevere su cui giocare un torneo appassionante e inclusivo, capace di trasformarsi come per magia in un palcoscenico a cielo aperto: ieri sera, per un concerto 'improvvisato', il cantante Sangiovanni ha raggiunto direttamente in barca l'adidas River Football, una delle sorprese offerte dal celebre brand sportivo in occasione dell'apertura, a partire dal 29 settembre, del nuovissimo store romano di via del Corso 132.

Fedele al credo "Impossible is nothing", il brand ha ideato il concept "Roma is possible", celebrando l'apertura del negozio con una serie di eventi ad hoc attraverso i quali esprimere non solo l'amore per la città, ma anche valori positivi fondamentali soprattutto per i giovani come sport, cultura e sostenibilità, accanto a inclusione sociale, divertimento, musica e fair play. Già nella giornata di ieri, ancora prima dell'inaugurazione dello store, molti sono stati gli ospiti d'eccezione coinvolti, tra cui i calciatori Ciro Immobile e Bryan Cristante, l'allenatore José Mourinho, lo YouTuber Sespo e la nuotatrice Simona Quadarella.

Poi, in serata l'esibizione di Sangiovanni con l'interpretazione di alcuni dei suoi successi sull'adidas River Football, il campo che fino al 1 ottobre sarà il centro propulsore di questa grande festa cittadina: direttamente sul fiume, tra il Ponte Umberto I e il Ponte Cavour, l'inedita piattaforma galleggiante accoglierà e coinvolgerà infatti in un torneo 3vs3 ragazzi e ragazze di scuole di calcio, associazioni sportive e scuole, in una speciale collaborazione con le associazioni Calcio Sociale, Baloon Mundial, Lady Soccer, che utilizzano lo sport e il calcio in particolare come strumento di cambiamento sociale per chi resta ai margini.

Obiettivo è dunque raggiungere giovani e giovanissimi, senza barriere e nel rispetto delle diversità, anche grazie a un'esperienza di acquisto del tutto su misura resa possibile nel nuovo, gigantesco store - 714 mq su due piani - da tecnologie di ultima generazione: a cominciare per esempio dai 28 touchpoint digitali, 3 dei quali interattivi, che faranno scoprire al consumatore l'intera gamma dei prodotti, o i camerini immersivi, in cui si potrà cambiare lo sfondo per vedersi e magari anche scattarsi una foto negli ambienti più diversi.

"In adidas crediamo fortemente che attraverso lo sport sia possibile cambiare la vita delle persone. Questo è il focus che avremo in questi giorni e il senso di Roma is possible, con tante attività dedicate a Roma e ai suoi cittadini, senza lasciare indietro nessuno, coniugando lo sport con la musica e l'inclusività", spiega all'ANSA Irene Larcher, brand director adidas, "Roma è una città che ama lo sport profondamente, con i suoi meravigliosi parchi cittadini, gli stadi, i campi da calcio. Noi qui possiamo intercettare il nostro target di riferimento che è principalmente la generazione Z".

"Per adidas è un grandissimo ritorno, nella via più commerciale a Roma, abbiamo scelto il meglio", afferma Cristian Munari, retail director adidas, "per il consumatore il nuovo store sarà un'esperienza divertente e unica per mettere in connessione ciò che succede fuori e ciò che accade dentro al negozio. Lo store offre diverse possibilità: ci sono screen enormi, si potrà usufruire di servizi come pick and collect, fare shopping su digital screen e perfino andare in camerino a farsi una foto con un'immagine simbolica di Roma".

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X