Domenica, 27 Novembre 2022
stampa
Dimensione testo

Life Style

Home Life Style Sfilata in un nobile borgo per Maison Celestino

Sfilata in un nobile borgo per Maison Celestino

 Sfilata in Calabria nel cuore della piana di Sibari, tra gli agrumeti e gli eucalipti secolari di una nobile tenuta per Maison Celestino, che realizza la sua haute couture con tessuti esclusivi, realizzati ancora oggi a telaio da esperte tessitrici. La collezione primavera-estate 2023, ispirata al realismo di Edward Hopper, è stata presentata davanti a un parterre di 200 invitati, ospiti d'onore Pino Quartullo e Ornella Muti, nel borgo aristocratico del XVII secolo della tenuta Mascaro, appartenente alla baronessa Angela Toscano Mandatoriccio, decana della nobiltà calabrese e madrina d'eccezione dell'evento.
    Colori fastosi e suggestivi riflessi dorati nelle mise disegnate da Federica Marino per Maison Celestino che ha così riaffermato la centralità dell'artigianato nelle sue creazioni.
    Nel corso del fashion show, animato da una serie di tableaux vivants creati per la griffe made in Italy dal direttore artistico Giovanni Scura, il brand ha annunciato la sua scelta di sfilare sulle passerelle parigine già da dicembre 2022. Un prestigioso traguardo che corona un percorso intessuto di talento, cresciuto fin dai primi del Novecento, attraverso il contributo di cinque generazioni.
    Attraverso tessuti sfavillanti di foliages fil coupé e di sottili fili flottanti d'oro zecchino che decoravano i 31 outfit della collezione ispirata ai Roaring Twenties e alle sensuali atmosfere dell'epoca jazz, Maison Celestino ha confermato la sua lezione di cultura artigianale, firmata dalla coppia Caterina Celestino e Francesco Mercogliano ai suoi più alti livelli.
    Voluttuose tuniche mono-spalla in frange di lino finemente intagliate e mises avorio declinate in raffinate sete jacquard si alternavano ad andrienne di lino purissimo dagli accenti raw e a sensuali abiti rosati dai bagliori cangianti, abbelliti da spighe dorate, intessute nelle trame delle sete impalpabili frutto della perizia di abili tessitrici depositarie di un'arte antica risalente alla Magna Grecia. (ANSA).
   

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X