Martedì, 07 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Life Style

Home Life Style Moda: Pitti Uomo, Curradi omaggio all'artigianalità

Moda: Pitti Uomo, Curradi omaggio all'artigianalità

(ANSA) - FIRENZE, 14 GIU - "Ho immaginato un artigiano che lavora in una bottega rinascimentale su materiali nobili come il marmo e ama giocare anche il calcio fiorentino. Un ragazzo che si sveglia, cammina a piedi nudi, raccoglie le proprie cose, mette i bermuda al posto dei boxer, un trench buttato sulle spalle come una vestaglia, o un parka arruffato. Lavora ma ha le mani avvolte dalle bende come i giocatori di calcio fiorentino, un sognatore dalle mani creative". Ecco il senso della collezione di Federico Curradi, ospite di Pitti Uomo per la seconda volta (Ha debuttato nella edizione 89 del salone come Pitti Italics), con una sfilata che si è svolta nel rinascimentale Museo Bardini. Curradi, classe 1975, a soli 20 anni ha mosso i primi passi nella moda a New York, dove produceva pantaloni da uomo. Nella grande Mela ha progettato collezioni dedicate al mercato americano. Rientrato in Italia è stato notato da Ermanno Daelli che gli ha affidato l'ufficio stile uomo di Scervino. In seguito ha collaborato con Roberto Cavalli.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X