Venerdì, 15 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo

A Palermo assemblea Crpm su sviluppo regioni periferiche

Sicilia
A Palermo assemblea Crpm su sviluppo regioni periferiche
© ANSA

PALERMO - L'economia circolare, il turismo sostenibile, la gestione dei rifiuti e la transizione energetica sono i temi nell'agenda della 47/a assemblea della Conferenza delle Regioni periferiche e marittime (Crpm), riunita a Palermo, nel Real Albergo delle Povere, dove sono presenti delegati in rappresentanza di 160 regioni europee. Per valutare esperienze, bisogni e prioritàd'investimento, si sono riunite stamani le intercommissioni, composte da tecnici delle regioni e da funzionari della Commissione Ue.

Il direttore esecutivo della Crpm, Davide Strangis, ha presentato il pacchetto legislativo e l'azione dell'Ue a favore dell'economia circolare, a seguire si sono tenute tavole rotonde tecniche. Domani è atteso l'arrivo di Vasco Cordeiro, presidente della Crpm e presidente del governo delle Azzorre, e del direttore esecutivo, Nicolas Brookes. "La Sicilia si proietta oggi al centro del confronto tra le regioni marittime europee il cui sviluppo passerà attraverso l'impiego di strategie a supporto dell'economia circolare", ha affermato Gaetano Armao, vicepresidente e assessore all'Economia della Regione siciliana, che ha presenziato la convention in qualità di vicepresidente della Crpm. "I temi all'ordine del giorno di questa assemblea, in particolar modo il turismo sostenibile e la transizione energetica, entreranno rapidamente nell'agenda delle priorità delle regioni e vedranno la nostra Regione in prima fila nell'attuazione", ha assicurato Armao.

La Crpm è un'Organizzazione rappresentativa di circa 160 regioni, principalmente appartenenti all'Unione europea, che dal 1973 rappresenta uno degli interlocutori privilegiati degli organi decisionali comunitari. Focalizza i suoi interessi su sei tematiche principali: coesione sociale economica e territoriale, politiche marittime di crescita sostenibile, politiche su trasporti e accessibilità, governo dei territori europei, energia e cambiamenti climatici, politiche di vicinato.

 

© Riproduzione riservata

Con il contributo del Parlamento europeo
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X