Venerdì, 30 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Multimedia

Home Foto Multimedia Parte "Elvis Express", in viaggio verso il festival dei sosia - Foto

Parte "Elvis Express", in viaggio verso il festival dei sosia - Foto

SYDNEY. Parrucche con ciuffo e basette, tute attillate e tante chitarre. Sono i 300 passeggeri - sosia e devoti di Elvis Presley - del treno (tutto esaurito) «Elvis Express», partito stamane dalla stazione centrale di Sydney per un viaggio di sette ore.

La meta era Parkes, nell'entroterra del New South Wales. Qui ha preso il via ieri, nel 79esimo compleanno della rockstar, la 23esima edizione del Parkes Elvis Festival, che attrae oltre 20 mila fan da tutta Australia, più che raddoppiando la popolazione del tranquillo centro agricolo.

Il Parkes Elvis Festival prosegue fino al 12 gennaio con un fitto programma di concerti di omaggio, gare di impersonators, un servizio gospel, 'arte commestibilè con le sembianze del King, e una mostra di auto d'epoca. Oltre a innumerevoli artisti di strada.

Particolarmente soddisfatto per l'economia di Parkes il sindaco Ken Keith, che ha accolto alla stazione l'Elvis Express.

«Il festival genera quasi 10 milioni di dollari australiani (6,7 milioni di euro, ndr) di entrate di turismo per Parkes e le regioni circostanti - ha detto -. E tutti si divertono, in un'atmosfera di allegria e di amicizia».

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X