Martedì, 19 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo

Tuffo negli anni '80, gli Spandau Ballet in concerto a Milano - Foto

MILANO. Dopo la reunion circa cinque anni fa, gli Spandau Ballet si sono esibiti in concerto al «Mediolanum Forum» di Milano.

Tony Hadley, Steve Norman, John Keeble e i fratelli Martin e Gary Kemp hanno eseguito i recenti singoli «This Is The Love» e «Steal», i tre brani nuovi, con «Soul Boy», firmati dal leggendario produttore Trevor Horn e inseriti nella raccolta «The Story: The Very Best Of Spandau Ballet» in attesa di un intero disco di inediti.

«Anche se ci ha scoperti in ritardo grazie ai video trasmessi da Mtv – hanno dichiarato – il pubblico italiano ha un ruolo importante nella nostra storia: qui abbiamo conosciuto le fan più pazze di tutto il mondo. Ai nostri concerti vengono persone di ogni età, dai nonni ai nipoti, e ci regalano un affetto straordinario che siamo felici di ricambiare».

Gli Spandau Ballet parlano anche del dualismo con i Duran Duran: «Eravamo in competizione per la supremazia in classifica: una sfida naturale e senza astio, come con altri gruppi tipo Culture Club e Frankie Goes To Hollywood. Noi eravamo forti in Europa, ma gelosi della loro affermazione negli Stati Uniti. Comunque i Duran Duran ci hanno fatto gli auguri per questa nuova avventura». Sotterrata l’ascia di guerra, artistica, con la band di Simon Le Bon, gli Spandau Ballet hanno lanciato il guanto di sfida alle nuove generazioni. «Oggi i nostri rivali sono le attuali popstar: dagli One Direction a Calvin Harris».

© Riproduzione riservata

TAG: ,

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X