Venerdì, 30 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Foto Mondo Putin: «La guerra in Ucraina conseguenza delle provocazioni dell'Occidente»

Putin: «La guerra in Ucraina conseguenza delle provocazioni dell'Occidente»

La guerra in Ucraina: gli avvenimenti di oggi.

22.20 Gli Usa annunceranno in settimana un nuovo pacchetto di aiuti militari all’Ucraina. Lo ha anticipato il coordinatore per le comunicazioni strategiche del Consiglio di sicurezza nazionale, John Kirby, aggiungendo che il nuovo pacchetto comprende sistemi missilistici di artiglieria ad alta mobilità Himars e serie aggiuntive di sistemi di lancio multiplo (Mlrs) e munizioni di artiglieria. Gli Usa, ha aggiunto Kirby, imporranno inoltre alla Russia «nuove sanzioni», in risposta ai piani di Mosca per l’annessione dei territori occupati in Ucraina.

22.01 Gli Stati Uniti accusano la Russia di procedere con i piani per l’annessione di altri territori occupati in Ucraina. «La Russia sta gettando le basi per annettere il territorio ucraino che controlla in diretta violazione della sovranità dell’Ucraina», ha detto ai giornalisti il coordinatore per le comunicazioni strategiche del Consiglio di sicurezza nazionale, John Kirby. «La Russia sta inviando funzionari illegittimi nelle aree dell’Ucraina che sono sotto il suo controllo», spiegato, sottolineando che Mosca pianifica di organizzare «referendum» nelle aree occupate, forse già a settembre.

20.51 Il presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, ha fatto cenno oggi alla telefonata con il suo omologo ucraino, Volodymyr Zelensky, e ha ribadito che sta negoziando l’acquisto di diesel dalla Russia.
«Non chiedetemi di cosa ho discusso con il presidente dell’Ucraina: mi ha chiamato e ci ho parlato», ha raccontato il capo dello Stato ad un gruppo di simpatizzanti a Brasilia. «Sono il presidente del Brasile, voglio una soluzione, voglio la pace», ha aggiunto Bolsonaro riferendosi alla guerra tra Russia e Ucraina. Il leader di destra ha poi ammesso che c’è pressione da parte della comunità ucraina residente nel Brasile meridionale affinché si presti solidarietà alle persone in fuga dal conflitto. «Ci sono 600 mila persone interessate (ad aiutare gli sfollati) nel Paranà, sono tutti discendenti di ucraini», ha detto Bolsonaro, che ha poi confermato le trattative in corso con Mosca per importare diesel “Che cosa sta succedendo in Europa? Stanno interrompendo l’erogazione del gas. Non ce l’hanno più, dovranno cercarlo altrove», ha concluso l’ex capitano dell’esercito.

20.02  «Le provocazioni dell’Occidente non hanno lasciato scelta alla Russia che quella di reagire», con l’attacco all’Ucraina. Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin, citato dalla televisione iraniana, incontrando a Teheran la Guida iraniana Ali Khamenei. Tra le «provocazioni» Putin ha citato quello che ha definito il «colpo di Stato» con il rovesciamento nel 2014 del presidente filorusso Yanukovich, e «l’espansione della Nato», che a suo parere anche alcuni Paesi europei appoggerebbero su «pressione degli Usa».

19.41  Il sito Kiev Independent riporta - citando l’emittente televisiva svedese Svt -, che un volontario svedese di 28 anni è stato ucciso in Ucraina dopo essere stato colpito al petto da una granata nella regione di Donetsk. L’uomo aveva precedentemente prestato servizio nell’aeronautica svedese come tenente ed era arrivato in Ucraina come parte della Legione internazionale.

19.01 Il governatore dell’oblast di Dnipropetrovsk Valentyn Reznichenko, nell’Ucraina orientale ha annunciato che le truppe russe hanno bombardato le città di Nikopol e di Zelenodolsk e che non sono state segnalate vittime. Lo riporta il Kiev Independent.

18.50 Il governatore della regione di Mykolaiv, nel sud dell’Ucraina costantemente bombardata dai raid russi, ha annunciato oggi una ricompensa di 100 dollari per chiunque aiuterà a identificare i collaboratori dei russi. In una dichiarazione sul suo account Telegram, il governatore Vitali Kim ha invitato a fornire informazioni su «coloro che rivelano agli occupanti i luoghi di schieramento delle truppe ucraine» o ad aiutarli a stabilire le coordinate di potenziali bersagli dei bombardamenti.

18.01 La Russia e l’Ucraina sono vicine a un accordo per mettere fine al blocco delle esportazioni del grano. Lo riporta il Financial Times citando alcune fonti. Un’intesa sul passaggio sicuro di milioni di tonnellate di grano attraverso il Mar Nero appare vicina ma restano nodi da sciogliere su come assicurare la sicurezza dei porti e delle navi durante la rotta. Mosca avrebbe dato assicurazioni sul fatto che non lancerà attacchi contro i cargo con grano e altri prodotti bloccati sulle coste ucraine dall’inizio dell’invasione. Kiev però non sarebbe completamente convinta e avrebbe chiesto assicurazioni sul fatto che la Russia non attacchi i suoi porti.

17.20  Iryna Venediktova, rimossa dalla carica di procuratore Generale ucraino, ha invocato l’unità politica nel suo discorso di addio oggi al parlamento ucraino che ha dato l’ok al suo licenziamento deciso nei giorni scorsi dal presidente Volodymyr Zelensky. Lo riporta la Cnn. «Il presidente aveva il diritto di prendere una decisione del genere. Pertanto, credo che oggi un soldato in trincea non dovrebbe pensare al potere e a ciò che sta accadendo al potere - ha affermato Venediktova rivolgendosi ai deputati -. Dobbiamo essere uniti come mai prima d’ora». L’ex procuratore ha affermato di essere «orgogliosa» di quanto aveva fatto durante la sua carriera e ha invitato il suo successore a proseguire nel lavoro, indagando e perseguendo i crimini di guerra commessi dalla Russia. «Abbiamo delle squadre mobili che lavorano sul campo, composte da vari esperti, e abbiamo una metodologia collaudata», ha affermato, invitando ad andare avanti in «questa direzione».

17.07 Energoatom, l’azienda statale che supervisiona gli impianti nucleari in Ucraina, ha denunciato il rapimento da parte degli occupanti russi di tre lavoratori della centrale nucleare di Zaporizhzhia. Lo riporta l’Ukrainska Pravda, precisando che i tre sono stati portati in una destinazione sconosciuta. Il rapimento sarebbe avvenuto tra domenica e lunedì scorsi. Si tratta di Ihori Kvashnin, capo del servizio di protezione ambientale della centrale, Serhii Pykhtin, vice capo del dipartimento di decontaminazione per il funzionamento e la gestione dei rifiuti radioattivi, ed Elena Ryabtseva, capo del dipartimento di decontaminazione. «Questo è un altro tentativo degli invasori di destabilizzare il funzionamento della grande centrale nucleare di Zaporizhzhia, che è sotto l’occupazione russa da marzo», si legge nella nota.

15.48  I piani della Russia di conquistare velocemente l’Ucraina non si sono avverati a causa di soldati 'mutantì dai poteri disumani schierati da Kiev, frutto di «esperimenti segreti» condotti in laboratori americani. E’ la tesi avanzata da due deputati russi, Konstantin Kosachev e Irina Yarovaya, incaricati di guidare la commissione d’inchiesta sui «bio-laboratori» in Ucraina.
Secondo quanto riporta Kommersant, da analisi del sangue condotte su prigionieri di guerra ucraini, i russi hanno scoperto «una serie di malattie» che suggeriscono come siano state segretamente sperimentate «per scopi militari». La prova sta nella «crudeltà e barbarie con cui si comporta il personale militare ucraino, i crimini che commettono contro la popolazione civile e contro i prigionieri di guerra». Tutto questa conferma «la creazione di una crudele macchina da guerra attuata sotto la gestione degli Stati Uniti», ha sostenuto la Yarovaya, puntando il dito contro farmaci somministrati ai combattenti ucraini per «neutralizzare completamente le ultime tracce della coscienza umana e trasformarli nei mostri più crudeli e mortali».

14.37  Il «bombardamento ucraino di una centrale idroelettrica nel territorio controllato dalla Russia nell’Ucraina meridionale potrebbe portare alla completa chiusura della navigazione sul fiume Dnipro, la più grande via d’acqua del paese». Lo, hanno reso noto le autorità filorusse stando all’agenzia di stampa Tass, scrive il Guardian.
Le forze russe hanno preso il controllo della centrale idroelettrica di Kakhovka, situata nella regione di Kherson, appena a nord della Crimea annessa alla Russia, nei primi giorni dell’invasione russa.

14.23 È di almeno un morto e sei persone ferite il primo bilancio del raid russo nel centro di Kramatorsk, la grande città sotto il controllo di Kiev nella regione del Donetsk, nell’Ucraina orientale, che le forze russe intendono conquistare. A dare l’annuncio sono stati il municipio della città e la polizia. «Un missile è caduto a fine mattinata in un piccolo giardino nel centro della città, hanno riferito i giornalisti dell’Afp.

12.46 Il Parlamento ucraino ha confermato la rimozione di Ivan Bakanov da capo dei servizi segreti (Sbu) e della procuratrice generale, Iryna Venediktova, come proposto due giorni fa dallo stesso presidente Volodymyr Zelensky.

10.18 «La Russia raggiungerà tutti i suoi obiettivi. E ci sarà la pace. Ma alle nostre condizioni, non a quelle su cui strillano disorientati impotenti politici in Europa e all’estero»: lo afferma, in un post su Telegram, il vicepresidente del Consiglio di sicurezza della Federazione russa e ex presidente russo, Dmitry Medvedev. «La Russia - aggiunge - raggiungerà gli obiettivi fissati per l’operazione militare speciale in Ucraina nonostante le forniture di armi americane a questo Paese».

8,35 Le armi fornite dall’Occidente all’esercito ucraino, in particolar modo i sistemi missilistici americani Himars, stanno facendo una differenza notevole sul terreno, consentendo alle forze di Kiev di «mantenere le linee difensive». Lo ha detto il comandante dell’esercito ucraino, Valeriy Zaluzhniy, precisando che «siamo riusciti a stabilizzare la situazione» nonostante le difficoltà. In un videomessaggio, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che le forze ucraine sono ora «in grado di infliggere perdite logistiche significative a danno degli occupanti» e che «è sempre più difficile per l’esercito russo mantenere le posizioni nei territori catturati».

7.55 «L'obiettivo immediato della Russia è conquistare l’intero Oblast di Donetsk» ma «mentre potrebbe fare altri progressi sul terreno, il tempo operativo e il suo livello di avanzamento potrebbero essere molto lenti in mancanza di una pausa operativa siginificativa che consenta una riorganizzazione e un recupero»: lo afferma l’intelligence britannica.

7.41 «Alle prese con una carenza di soldati, i decisori (militari, ndr) russi devono risolvere un dilemma: schierare le riserve nel Donbass o parare i contrattacchi ucraini nel settore sud-occidentale di Kherson?»: lo afferma l’intelligence britannica nel suo aggiornamento sulla guerra in Ucraina. «Sin dall’inizio dell’invasione la Russia si è sforzata di mantenere una valida forza offensiva ed è probabile che questa difficoltà diventi sempre più grande», si legge ancora.

3.41 Mosca non punta più prioritariamente alla conquista di Slovyansk, ma a quella di Siversk e Bakhmut: il nuovo cambiamento nella strategia militare russa in Ucraina è stato indicato dagli analisti dell’americano Institute for the Study of war nel loro ultimo rapporto. Secondo l’istituto, «l'incontro del Ministero della Difesa russo con la leadership del raggruppamento orientale delle forze in Ucraina suggerisce che il Cremlino non si concentrerà sulla presa di Slovyansk in questa fase della campagna, ma darà invece priorità al tentativo di prendere Siversk e Bakhmut». Secondo gli analisti americani, «il probabile sforzo del presidente russo Vladimir Putin di addossare l’onere di sostenere le operazioni in Ucraina alle minoranze etniche per evitare una mobilitazione generale dei russi potrebbe scatenare una resistenza» fra le minoranze stesse in Russia. Le forze russe hanno condotto una serie di attacchi di terra a est di Siversk e a sud di Bakhmut.
Le forze russe hanno intensificato gli sforzi per avanzare su Avdiivka e hanno condotto limitati assalti di terra lungo la linea di frontiera Donetsk City-Avdiivka. Le autorità russe continuano a integrare le aree occupate nell’economia commerciale russa.

2.47 Jill Biden riceverà la first lady ucraina, Olena Zelenska, alla Casa Bianca all’ora di pranzo. Lo riferisce la Casa Bianca. È la seconda volta che le due first lady si incontrano. Biden aveva fatto visita alla first lady in Ucraina lo scorso maggio. Zelenska ha incontrato a Washington Antony Blinken. Il portavoce del Dipartimento di Stato, Ned Price, ha detto ai giornalisti che il segretario di Stato americano ha sottolineato l'impegno degli Stati Uniti nell’aiutare l’Ucraina contro l'«invasione russa» e ha elogiato il «lavoro di Zelenska a sostegno dei molti civili ucraini che sono stati, in modi diversi, colpiti da questa guerra brutale».

1.13 Le forze armate russe hanno lanciato un attacco missilistico nella regione di Odessa: lo segnala la stampa ucraina, precisando che i suoni di forti esplosioni sono stati uditi nella città portuale sul Mar Nero e nei dintorni. Secondo le fonti ucraine, alcuni dei missili sono stati colpiti in volo dalle forze di difesa, ma ci sono incendi e feriti nei luoghi colpiti dall’attacco.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X