Giovedì, 18 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Foto Mondo La guerra in Ucraina, pronto l'assalto al Donbass: in marcia convoglio russo di 12 chilometri

La guerra in Ucraina, pronto l'assalto al Donbass: in marcia convoglio russo di 12 chilometri

Gli aggiornamenti sulla guerra in Ucraina.

22.07 L’economia dell’Ucraina si contrarrà quest’anno del 45,1%. È quanto prevede la Banca Mondiale, stimando per il pil russo un crollo dell’11,2%.

21.18 Almeno 10 civili sono rimasti uccisi, tra cui un bambino di 7 anni, e 11 feriti in raid delle forze russe nella regione di Kharkiv, nell’est dell’Ucraina. Lo ha riferito il capo dell’amministrazione militare regionale, Oleg Synegubov, citato da Suspilne News

20.25 La Russia sta cercando di intensificare la campagna militare reclutando altri uomini finora esentati per combattere nel Donbass. È quanto sostiene l’Intelligence militare ucraina, citata dal Guardian. Secondo l’intelligence, i lavoratori di imprese considerate “strategiche» sono ora in fase di arruolamento.
In particolare Mosca mira a mobilitare 1.700 operai delle acciaierie di Alchevsk, così come alcuni addetti alla manutenzione delle linee elettriche.

19.15 Un serpentone di 12 chilometri tra blindati e mezzi di supporto logistico russi in movimento verso sud attraverso la cittadina di Velykyi Burluk, un centinaio di chilometri a est Kharkiv. L’assalto che Mosca vorrebbe decisivo al Donbass è sempre più vicino. Questione di giorni, forse ore, prevedono i comandanti militari ucraini, secondo cui l’apparente rallentamento dell’offensiva di terra è stato solo il risultato di una riorganizzazione delle truppe in vista della «grande battaglia» per la conquista dell’intero territorio degli oblast di Donetsk e Lugansk, in buona parte già nelle mani dei separatisti filo-russi. Il nuovo maxi-convoglio militare di Mosca è stato individuato dalle immagini satellitari raccolte e analizzate dalla compagnia specializzata americana Maxar Technologies, che ha intercettato “veicoli armati, camion con rimorchi di artiglieria e attrezzatura di supporto».

17.55 «Nessuno vuole negoziare con una persona o con persone che hanno torturato la nostra nazione. Questo è comprensibile. Come uomo, come padre, lo capisco molto bene»: così il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in una intervista all'Ap rilanciata sul suo profilo Telegram.Ma «noi non vogliamo perdere le opportunità, se le abbiamo, di una soluzione diplomatica», ha aggiunto. «Noi dobbiamo combattere, combattere per la vita. Non puoi combattere per la polvere quando non c'è nulla e non ci sono persone. Per questo è importante mettere fine a questa guerra», ha detto ancora.

16.30  Più di 400 abitanti di Mariupol vengono tenuti in una struttura nella regione di Penza, a sud-est di Mosca. Lo riferisce il commissario per i diritti umani del Parlamento ucraino Lyudmila Denisova su Telegram, citata dall’Agenzia Unian.

15.11 Gli Stati Uniti stanno lavorando  a un piano per la fornitura di più armi all’Ucraina. Lo afferma il consigliere alla Sicurezza Nazionale, Jake Sullivan, in un’intervista alla Cbs. Sullivan spiega che c'è anche la possibilità di addestrare gli ucraini fuori dai loro confini nazionali.

12.25 Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, pur riconoscendo che c'è un maggiore sostegno dell’Occidente a Kiev, è ancora insoddisfatto della quantità di armi ricevute dall’Ucraina. Lo ha detto, in un’intervista all’Associated Press, quando gli è stato chiesto se Kiev abbia ricevuto armi sufficienti per cambiare l’esito della guerra: Zelensky ha risposto secco, e in inglese, «non ancora. Assolutamente non è abbastanza».

11.56 «Nessuno vuole negoziare con una persona o con persone che hanno torturato la nostra nazione. Questo è comprensibile. Come uomo, come padre, lo capisco molto bene». Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in una intervista all’Ap rilanciata sul suo profilo Telegram. Ma «noi non vogliamo perdere le opportunità, se le abbiamo, di una soluzione diplomatica», ha aggiunto. «Noi dobbiamo combattere, combattere per la vita. Non puoi combattere per la polvere quando non c'è nulla e non ci sono persone. Per questo è importante mettere fine a questa guerra», ha detto ancora.

11.37 Nella notte, le forze armate ucraine hanno distrutto una colonna russa diretta verso Izyum. Lo ha riferito il capo dell’amministrazione militare regionale di Kharkiv, Oleg Sinegubov.
La fonte ha aggiunto che le truppe ucraine, che hanno completato la pulizia del territorio a Olkhovka, hanno trovato una fossa con i cadaveri dei soldati russi. «Questo è un esempio di come questi esseri non umani agiscono anche con i propri uomini».

10.42 La Russia ha confermato lo scambio di prigionieri con l’Ucraina, avvenuto sabato. La commissaria per i Diritti umani, Tatiana Moskalkova, ha spiegato che, tra i russi, c'erano quattro dipendenti di Rosatom, l’agenzia russa per l’energia atomica, e soldati. «Stamane sono atterrati su suolo russo», ha aggiunto in un post online.

10.27 I «nazionalisti ucraini» in ritirata da Mariupol hanno catturato due navi straniere prendendo come ostaggi i marinai a bordo: lo afferma Eduard Basurin, portavoce militare dei separatisti filorussi del Donetsk. «Nel porto della città di Mariupol, quel che rimane delle unità nazionaliste ucraine in ritirata ha catturato due navi straniere, Tsarevna e Lady Augusta, prendendo in ostaggio gli equipaggi. I nazionalisti Azov sparano dai ponti con mortai da 120 mm, vari tipi di granate lanciatori e armi di piccolo calibro». Non è chiara la sorte dell’equipaggio, ha aggiunto, sottolineando però che «la Milizia popolare della Repubblica popolare di Donetsk, insieme alle Forze armate della Federazione Russa, sta facendo tutto il possibile per salvare le vite dei marinai catturati».

10.21«A Mariupol, gli occupanti russi hanno organizzato una “operazione di pulizia” tra i civili». Lo annuncia il consigliere del sindaco di Mariupol Petr Andryushchenko su Telegram, secondo quanto riporta l’agenzia Unian. «Questa è una ricerca di “nazisti”. Un nazista per i russi, è chiunque ama la sua Ucraina e non si è sottomesso all’occupante», ha detto, spiegando che questa «pulizia» avviene in tutta la città e a questo scopo i russi hanno istituito diversi posti di blocco. «Nel processo di pulizia, gli occupanti non esitano a uccidere i civili proprio per strada, per poi scattare foto, vantandosi della “vittoria”», spiega.

9.29 Una fossa comune con decine di corpi di civili ucraini è stata scoperta a Buzova, un piccolo centro liberato a pochi chilometri a ovest della capitale Kiev: lo hanno reso noto funzionari locali, secondo quanto riporta il Guardian. Taras Didych, capo della comunità di Dmytrivka, che comprende Buzova e molti altri villaggi vicini, ha riferito alla tv ucraina che la fossa comune si trova vicino ad una stazione di servizio. Non si conosce ancora i numero esatto delle vittime.

7.52 Nell’Est dell’Ucraina, quasi al confine russo, l’esercito della Federazione ha fatto muovere verso il Sud un convoglio lungo una decina di chilometri e con un centinaio di mezzi, tra cui veicoli corazzati e artiglieria, nella zona della città di Velykyi Burluk. Lo rivelano le immagini satellitari raccolte l’8 aprile e analizzate dalla società statunitense Maxar Technologies. La città si trova a Est di Kharkiv e il convoglio si muoveva a circa 80 chilometri di distanza dalla seconda città più grande dell’Ucraina, Kharkiv, appunto: è la conferma che la Russia adesso si vuole concentrare sul Donbass. Le immagini, secondo Maxar, mostrano nel convoglio «veicoli blindati, camion con artiglieria trainata e attrezzature di supporto».

7.42 Le forze armate russe, che hanno subito perdite ingenti nell’invasione in Ucraina, stanno cercando di rafforzare le fila reclutando personale congedato dal servizio militare nel 2012 e anche cercando uomini in Transnistria. Lo riferisce l’intelligence militare britannico nel suo ultimo aggiornamento sulla situazione sul campo. «In risposta alle crescenti perdite - dicono da Londra - le forze armate russe cercano di rafforzare il numero delle truppe con il personale congedato dal servizio militare nel 2012. Gli sforzi per potenziare lo sforzo di combattimento prevedono anche il tentativo di reclutare uomini dalla regione moldava non riconosciuta della Transnistria».

7.14 Le truppe della Federazione Russa stanno cercando di sfondare la difesa militare vicino alla città di Izyum per stabilire il controllo su Mariupol: e intanto, nel territorio delle regioni di Donetsk e Luhansk, i soldati ucraini hanno sventato otto attacchi russi: è quanto riferisce lo stato maggiore dell’esercito ucraino nel suo ultimo aggiornamento sulla situazione sul campo.

3.34 La Nato sta lavorando a piani per schierare una presenza militare permanente ai propri confini per contrastare una futura aggressione della Russia. Lo riporta il Telegraph, citando il segretario generale dell’Alleanza atlantica, Jens Stoltenberg. La Nato si trova «in mezzo a una trasformazione fondamentale» che riflette «le conseguenze a lungo termine» delle azioni del presidente russo Vladimir Putin, ha detto Stoltenberg, secondo cui «quella che abbiamo di fronte ora è una nuova realtà, una nuova normalità per la sicurezza europea». Per questo è stato chiesto ai comandanti militari di fornire opzioni «per un adattamento a lungo termine della Nato».

2.49 Sono 4.532 le persone evacuate attraverso i corridoi umanitari sabato in Ucraina. Lo si legge in un post via Facebook del vicepremie Iryna Vereshchuk. Da Mariupol e Berdiansk 3.425 persone sono dirette nella regione di Zaporizhzhia. Sono stati inoltre evacuati gli autobus che fino a ieri erano bloccati a Melitopol con 589 residenti.

2.19 Da quando la Russia ha iniziato a febbraio la sua invasione su larga scala dell’Ucraina, sono stati istruiti più di 4.200 procedimenti per violazioni russe di leggi e norme di guerra. Il dato è stato fornito dal ministro degli Interni ucraino, Denys Monastyrskyi, in una dichiarazioni a Ukraine Tv ripresa da Ukrinform. Le violazioni includono sia i bombardamenti che l’uccisione di civili, precisa il ministro.

00.49 Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha ricevuto dal Canada aiuti per l’Ucraina. Lo si apprende dal suo account Twitter. «Ho avuto una conversazione telefonica con Justin Trudeau - scrive Zelensky - l’ho ringraziato per il supporto, per un miliardo di dollari canadesi di assistenza finanziaria e 500 milioni di dollari canadesi per l’acquisto d armi. Più forti insieme!».

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X