Martedì, 07 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Foto Mondo In 60 mila al concerto di New York, poi arriva l'uragano e la manifestazione viene interrotta

In 60 mila al concerto di New York, poi arriva l'uragano e la manifestazione viene interrotta

Il concerto evento Homecoming a Central Park è stato sospeso per l’arrivo dell’uragano tropicale Henri. Dal palco è stato lanciato l’invito alle migliaia di spettatori a lasciare l’area. Il concerto, organizzato per celebrare il ritorno alla normalità di New York, stava per entrare nel vivo con le esibizioni di Patti Smith, Bruce Springsteen Paul Simon ed Elvis Costello. La gente ha lasciato il Great Lawn di Central Park in modo ordinato.

Lo spettacolo è stato interrotto mentre si esibiva Barry Manilow. A metà della sua performance, gli organizzatori hanno esortato il pubblico a dirigersi rapidamente ma con calma verso l’uscita più vicina a causa di una tempesta in arrivo. C'erano circa 60.000 persone al concerto, mentre l’uragano, con venti massimi sostenuti di circa 120 chilometri all’ora e forti piogge, si stava avvicinando.

Trasmesso in diretta sulla Cnn. We love NYC: The Homecoming Concert è stato fortemente voluto dal sindaco Bill de Blasio, che ha scacciato ogni timore (per il Covid e per l'uragano) e ogni critica scrivendo su Twitter «The show will go on» e dando così il via al concerto, che prevedeva cinque ore di grande musica. Sul palco, prima dello stop, era salito già Andrea Bocelli. La maggior parte dei biglietti è stata disponibile gratuitamente online con l’obbligo per tutti gli spettatori sopra i 12 anni di essere completamente vaccinati e per i ragazzi da 12 anni in giù l’obbligo di un tampone negativo fatto nelle 72 ore precedenti.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X