Giovedì, 29 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Foto Mondo A Cuba sventola la bandiera americana, dopo 54 anni riapre l'ambasciata Usa

A Cuba sventola la bandiera americana, dopo 54 anni riapre l'ambasciata Usa

Torna a sventolare la bandiera americana su Cuba per la prima volta dal 1961. "Gli Stati Uniti e Cuba "non sono più nemici o rivali, ma vicini": lo ha dichiarato il segretario di Stato americano, John Kerry alla cerimonia dell'alza bandiera, sottolineando che l'avvio di normali relazioni diplomatiche "non è un favore fatto da un Paese a un altro.

Normali relazioni rendono più facile parlarsi. Il parlarsi fa sì che possiamo capirci meglio. Gli Stati Uniti e Cuba non sono prigionieri della storia: Raul Castro e Barack Obama hanno preso decisioni coraggiose".

John Kerry, primo segretario di Stato americano a mettere piede a Cuba dal 1945, parla anche in spagnolo alla cerimonia per l'alza bandiera per la riapertura dell'ambasciata americana a L'Avana. Bandiera che e' ''simbolo del ripristino delle relazioni diplomatiche dopo 54 anni''.

Obama e Castro hanno «preso decisioni coraggiose per smettere di essere prigionieri del passato»: dopo oltre mezzo secolo «è ora il momento di muoversi in una direzione più promettente» afferma Kerry, sottolineando che da gennaio i viaggi dagli Stati Uniti a Cuba sono aumentati
del 35% e sempre più aziende americane stanno valutando relazioni commerciali.

La cerimonia dell'alzabandiera si è svolta all'interno dell'ambasciata americana, alla presenza dei tre marines che 54 anni fa avevano ammainato la bandiera a stelle e strisce. Sono stati loro a issarla di nuovo sull'asta. Assenti dalla cerimonia per problemi di spazio - secondo quanto riferito dagli Stati Uniti - i dissidenti cubani.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X