Mercoledì, 19 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Greta Beccaglia, identificato molestatore: la solidarietà e il post censurato alla Ventura

Greta Beccaglia, identificato molestatore: la solidarietà e il post censurato alla Ventura

Un post di solidarietà... censurato. Incredibile ma vero, è successo proprio questo a Simona Ventura, che su Instagram aveva scritto un post in difesa di Greta Beccaglia, la giovane invitata di Toscana Tv, molestata in diretta da un uomo fuori dallo stadio in cui si giocava Empoli-Fiorentina. Un messaggio, il suo, il cui contenuto è stato censurato da Instagram, come denunciato dalla conduttrice stessa.

"Per carità, non vuole essere una scusa, la violenza va condannata in tutte le sue forme, ma sarebbe stato opportuno da parte del network, difendere la collega in una situazione che avrebbe potuto diventare pericolosa. Mi piaci Greta, la tua forza, la tua voglia di non abbassare a testa, il coraggio di non lasciare perdere, questa volta. Dopo aver visto questo video, la solidarietà a Greta Baccaglia è doverosa. Come doverosa è la condanna a chi l'ha mandata così, da sola, a intervistare i tifosi furenti per una sconfitta cocente"".

"Oggi ho pubblicato un post di solidarietà a Greta Beccaglia - scrive Ventura - e questa è stata la risposta di Instagram... Non sono queste le cose che andrebbero censurate". Poi ironizza: "C'è sempre una prima volta".  I motivi della censura? Ignoti.

La solidarietà di Paola Ferrari

Paola Ferrari si unisce al coro di disappunto e condanna del gesto ai danni della giornalista Greta Beccaglia. La conduttrice della Domenica Sportiva ha condiviso un post sui social per parlare della vicenda: "Succede da sempre e finalmente qualcuno si indigna. Quante volte abbiamo dovuto tacere per non perdere il nostro lavoro! Ipocrisia e misoginia sono presenti anche oggi. Striscianti , vigliacchi e umilianti. Proprio dove non te lo aspetti".

Identificato il molestatore

E’ stato identificato e subito denunciato dalla giornalista  l’uomo che al termine della partita Empoli-Fiorentina ha molestato Greta Beccaglia. Questa mattina la questura di Firenze e il commissariato di Empoli hanno individuato l’uomo, un tifoso di 45 anni della Fiorentina, grazie alle immagini delle telecamere e alla riprese televisive. Lui si è scusato.

Poco dopo la giornalista ha denunciato l’autore del palpeggiamento per cui si aprirà un procedimento penale con l’accusa di violenza sessuale. La procura di Firenze ha aperto un fascicolo per far luce sull'accaduto. Nel frattempo l’Associazione Stampa Toscana ed il gruppo Toscana giornalisti sportivi sono pronti a costituirsi parte civile. Il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, ha espresso solidarietà per il brutto episodio e ha invitato Beccaglia in tribuna autorità domani allo stadio Franchi in occasione della partita contro la Sampdoria.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X