Domenica, 04 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Il Telimar si rialza subito, battuto il Posillipo. L'Ortigia piega il Bologna
PALLANUOTO

Il Telimar si rialza subito, battuto il Posillipo. L'Ortigia piega il Bologna

Sicilia, Sport
Telimar

Torna al successo il Telimar Palermo e lo fa in trasferta a Napoli nella terza giornata del campionato di A1 contro il Circolo Nautico Posillipo per 13-7. Il club dell’Addaura mette subito le cose in chiaro in avvio di partita portandosi subito sul +5. Da lì in avanti, con una perfetta gestione della fase difensiva e diverse occasioni concretizzate in attacco, per una statistica che vede la squadra di Gu Baldineti mettere a fine partita in porta 13 gol su 23 tiri, gli uomini del presidente Giliberti gestiscono il tentativo di rimonta degli avversari. Ritmi sostenuti e gioco dinamico permettono alla squadra allenata palermitana di chiudere nel migliore dei modi, dopo il ko nel derby contro l’Ortigia di mercoledì, un tour de force che ha visto i siciliani disputare 14 gare in 29 giorni di cui 13 in trasferta. “Abbiamo giocato una buona partita - ha detto l’allenatore del Telimar Gu Baldineti - Abbiamo annullato un avversario come il Posillipo che è una buona squadra. Non so se per noi comincia la stagione da qui. So solo che siamo una squadra che se gioca in velocità può fare male a tutti. Siamo una bella squadra, che, però, visti i nuovi innesti, ha bisogno di allenarsi con continuità, per lavorare sul nostro gioco molto dinamico. In questo mese di continue trasferte, i ragazzi hanno sofferto la stanchezza. Sono contento che avremo due settimane di lavoro davanti». Nel prossimo turno, sabato 12 novembre, il Telimar ospiterà il Bolgiasco, poi la trasferta a Brescia.

L'Ortigia soffre ma piega il Bologna

Quando, alla vigilia, coach Piccardo aveva detto che quella di oggi non sarebbe stata una partita facile, qualcuno ha pensato si trattasse di frasi di circostanza o pretattica. E invece erano le parole sincere di chi aveva previsto le difficoltà legate al rischio di un po' di stanchezza del tredici biancoverde e alla qualità di gioco dell'avversario. L'Ortigia vince, ma indirizza il match a proprio vantaggio solo nel quarto tempo, dopo tre parziali in chiaroscuro. I ragazzi di Piccardo, privi di Ciccio Cassia e anche di Rossi (infortunatosi alla mano), appaiono meno esplosivi del solito e vanno un po' a intermittenza, merito anche degli avversari, che giocano una pallanuoto molto fisica e ordinata, contenendo spesso le micidiali ripartenze dell'Ortigia. L'equilibrio attraversa tutto il primo tempo, che i ragazzi di Piccardo chiudono in vantaggio (4-3) solo grazie alla rete di Napolitano che, all'ultimo secondo, concretizza un uomo in più. All'inizio del secondo parziale, Francesco Condemi parte in controfuga e segna il 5-3, quindi Andrea Condemi, in superiorità, e Ferrero (su rigore) provano la fuga a +3. Ma pochi secondi dopo, Milakovich tiene vivo il Bologna. I ritmi non sono alti e, nel terzo tempo, i biancoverdi iniziano a subire il ritorno dei felsinei, che infilano un parziale di 4-1 e riportano in parità il match (8-8) prima degli 8 minuti finali. Nell'ultima frazione, però, l'Ortigia fa valere la sua maggiore qualità, tornando a difendere molto bene, non concedendo più superiorità e sfruttando al meglio la fase offensiva, con la doppietta di Ferrero e le reti di Andrea e Francesco Condemi, mentre il Bologna riesce a far centro solo con Guerrato. Finisce 12-9 e l'Ortigia, nonostante una prova non perfetta, guadagna un'altra vittoria e altri tre punti che la mantengono in testa alla classifica. Sabato prossimo, i biancoverdi giocheranno in casa del Quinto

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X