Lunedì, 18 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
CALCIO

Serie C: il Trapani stravince il derby con la Sicula Leonzio, bene il Siracusa

di

Un Trapani tutto cuore e grinta strapazza la Sicula Leonzio che per 40 minuti si era fatta temere per la sua fisicità e per qualche azione pericolosa. Finisce con un netto 3-0. Poi è venuta fuori la formazione granata e per i bianconeri è stata notte fonda. Per la cronaca Italiano, inizialmente tiene in panchina per farli rifiatare, due giocatori importanti come Taugourdeau e Tulli, rimpiazzandoli con Toscano e Ferretti. Per il resto tutto come sabato scorso a Vibo Valentia. I granata cercano subito d’imporsi ma l’azione trapanese è abbastanza confusionaria.

La formazione di Bianco non disdegna qualche puntata in avanti e cerca la porta di Dini dalla distanza. Al 18’ si vedono proprio i bianconeri con una puntata in area di Ripa che però spara fuori. Gli ospiti le tentano tutte con conclusioni da fuori area. Il Trapani deve riordinare le idee. Italiano appare oltremodo nervoso. Al 29’ c’è ancora la Sicula con Gammone che impegna in angolo il portiere Dini. La Sicula sostituisce al 33’ il capitano Esposito con Giunta.

Il Trapani soffre la forza atletica degli ospiti. Sulle fasce stentano ad inserirsi Ferretti e Golfo e la manovra ne subisce le dovute conseguenze. Al 41’ il Trapani passa inaspettatamente. Si scatena Golfo sulla sinistra, la palla giunge in area, c’è una corta respinta, sulla sfera s’avventa Ferretti che dal dischetto manda un siluro imprendibile che buca la porta di Polverino. Un minuto dopo è Toscano ad impegnare in una presa a terra lo stesso portiere. Ad inizio ripresa Golfo cerca il cross ma tocca troppo d’esterno e la palla per poco non si infila sul sette.

Lo stesso giocatore al 49’ batte a botta sicura dalla destra con la sfera che sibila sul palo basso alla destra di Polverino quando il Provinciale gridava al gol. Al 52’ il raddoppio granata su calcio d’angolo: il difensore Mulè (classe ’99) è pronto in area a battere di testa e a sorprendere l’ impreparata difesa bianconera. La Sicula si fà viva con un tiro di punizione di Maza sul quale il portiere Dini si esalta e vola toccando la sfera di cuoio. Al 60’ iniziano i cambi. Italiano mette dentro Tulli per Ferretti. Ed è proprio Tulli al 66’ a sfruttare un pallone di Ramos proveniente dalla sinistra per trafiggere per la terza volta la retroguardia bianconera. Al 72’ due altre sostituzioni nel Trapani: Taugourdeau per Toscano e Ferreira per Aloi.

Il Trapani è costantemente alla ricerca del poker. Gli ospiti accennano ad una reazione ma è troppo flebile. Un pericolo lo portano all’ 83’ su calcio piazzato però Dini è sempre pronto a respingere. Nzola sostituisce Evacuo. Sono quattro i minuti di recupero. La Leonzio mostra un po’ d’orgoglio ma finisce sul 3-0 per i granata che sono a punteggio pieno in graduatoria. Intanto oggi il Siracusa ha superato sul proprio terreno la Paganese con un rotondo 3-1 grazie alle reti di Catania all’ 11’, Vazquez al 73’ e al 79’. Gol della bandiera campano di Della Corte al 91’.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X