Venerdì, 22 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
SERIE A

Per l'Empoli solo un pari contro il Pescara: si riapre lotta salvezza

EMPOLI. La sfida salvezza fra Empoli e Pescara finisce in parità, un 1-1 che smuove un pò la classifica dei toscani dopo sette ko di fila e affossa ancor più i biancazzurri. Succede tutto nel primo tempo: decidono i gol di El Kaddouri e Caprari in una gara tra le più brutte viste al 'Castellanì e non a caso sono arrivati i fischi, al termine, all’indirizzo dei padroni di casa. Gli azzurri con una vittoria avrebbero potuto ipotecare la salvezza, invece dallo scontro diretto arriva solo un punto che tiene ancora in gioco almeno Crotone e il Palermo. Un Empoli impaurito e non più capace di vincere: il successo manca da gennaio. Per la squadra di Zeman serve a ben poco, i delfini restano ultimi.

La partita è andata calando coi minuti, complice anche il caldo, ma non sono mancate le emozioni. Il primo tempo è stato a tratti vibrante e vivace, e ai punti ha visto uscire meglio il Pescara, anche grazie a qualche svista difensiva di troppo per l'Empoli. Al 4' Veseli non controlla bene, ne approfitta Campagnaro che calcia col destro e non trova di un soffio la porta. Palo dell’Empoli all’8' con Pasqual su una punizione mancina a girare.

Ma per il vantaggio è questione di istanti: con la palla in area Marilungo appoggia per El Kaddouri tutto solo, il belga-marocchino calcia con l’esterno destro e batte Fiorillo segnando il suo secondo gol azzurro, 11/o in A. Al 17' occasionissima per gli abruzzesi: Benali scende sulla destra e mette in mezzo per Caprari che sul secondo svarione di Veseli mette sul fondo. E’ il prologo del pareggio che arriva al 31': Bahebeck scatta sul filo del fuorigioco, tocca in orizzontale per Caprari che mette a sedere Skorupski ed appoggia il pallone in rete. Poco dopo Zeman è costretto a sostituire Bahebeck (infortunato) ed entra Brugman.

Nella ripresa molto meglio il Pescara con crollo fisico e forze anche mentale dell’Empoli. Al 19' El Kaddouri trova l'imbucata per Krunic, che calcia su Fiorillo. Al 28' Benali, il migliore del match, libera un gran destro in area che viene respinto da Skorupski. Il Pescara comanda il gioco e ci mette l'anima, ma Biraghi al 40' e Benali allo scadere sprecano due buone occasioni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X