Lunedì, 30 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport PalaMangano inviolato, l'Aquila Palermo batte anche la Luiss
BASKET

PalaMangano inviolato, l'Aquila Palermo batte anche la Luiss

PALERMO. L'Aquila Palermo si conferma in crescita e implacabile, sconfiggendo per la terza volta consecutiva l'avversario di turno in maniera decisa e netta. Conservata l'imbattibilità del PalaMangano anche contro la Luiss Roma, superata per 87-64 nel pomeriggio dell'undicesima giornata di Serie B.

Ancora un avvio ad alto ritmo per i biancorossi, più volte catechizzati su questo frangente da parte del proprio allenatore Gianluca Tucci. Ne nasce l'iniziale parziale di 6-0 a firma Rizzitiello e Requena con diversi campi aperti lasciati colpevolmente dagli ospiti di coach Paccariè, tenuti a galla dall'altra parte dalle costruzioni di Chiatti e le sortite di Marcon. Tanti, troppi gli errori al tiro e dalla lunetta (3-11 a metà gara, poi diventato 14-26 a fine gara) per gli universitari, che soprattutto nel secondo quarto incassano il parziale decisivo di Aquila (31-11).

I 'penetra e scarica' di Merletto e Di Emidio, il consueto gran lavoro in entrambe le aree di Antonelli e le triple in serie di Stella creano il solco, acuito dagli ottimi ingressi dalla panchina di Urbani (6 punti e 4 rimbalzi), Azzaro (12 punti) e Ondo Mengue (9 punti e 4 assist). Nella ripresa, anche la naturale tensione della gara si abbassa, con i padroni di casa che raggiungono il massimo vantaggio di 27 punti in chiusura di terzo quarto, chiuso poi sul 65-41.

Un finale nel quale la stoica Luss prova sino all'ultimo a ridurre lo svantaggio, riuscendoci anche in parte e riuscendo a passare da un pesante -28 di inizio quarto periodo al -20 degli ultimi tre minuti, anche grazie al solito Chiatti e alle soluzioni dalla media di Marcon e Beretta e Gorrieri. Ciliegina finale sulla gara a 50'' dalla fine, con l'assist al bacio di Cozzoli (il sesto della sua gara) per la schiacciata volante di Azzaro.

Terza vittoria consecutiva per i palermitani, che riavvicinano le squadre di testa in virtù delle sconfitte di Napoli e Cassino. Classifica che, però, non deve condizionare il nuovo cammino intrapreso dai biancorossi.

“Per valutare gli equilibri del campionato dovremo ancora aspettare la fine del girona d'andata – ha spiegato nel post gara coach Gianluca Tucci -. Certo, determinati risultati suggeriscono che davvero in questo girone non ci sono campi facili e squadre imbattibili. Oggi era importante vincere, ma soprattutto confermare quell'atteggiamento che dobbiamo sempre avere in campo, e che per la verità nella seconda metà si è un po' perso. Adesso arriveranno tre partite in sette giorni (anticipo della 14° a Fondi martedì 15 dicembre, ndr) e dovremo farci trovare pronti”.

“Siamo riusciti a condurre fino alla fine il piano partita che il coach ci aveva trasmesso – ha dichiarato l'ala Aquila Alessandro Azzaro -, e questa era la cosa più importante perchè sapevamo che ci avrebbe permesso di vincere. Abbiamo tanta voglia di recuperare terreno e arrivare pronti agli scontri diretti che avremo soprattutto tra le nostre mura, che devono restare il nostro punto di forza contro ogni avversario”.
AQUILA PALERMO-LUISS ROMA 87-64

Parziali: 18-14, 31-11, 16-16, 22-23Aquila: Requena, Stella, Cozzoli, Antonelli, Rizzitiello, Azzaro, Merletto, Di Emidio, Urbani, Ondo Mengue. All. Gianluca Tucci

Luiss: Chiatti, Ramenghi, Marcon, Rambaldi, Gorrieri, De Dominicis, Sanguinetti, Faccenda, Beretta, Miriello. All. Andrea Paccariè

Arbitri: Carlo Leoni Orsenigo, Marco Silva

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X