Mercoledì, 28 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport "Conflitto d'interessi alla Fifa", Platini rischia 6 anni di squalifica
CALCIO E SCANDALI

"Conflitto d'interessi alla Fifa", Platini rischia 6 anni di squalifica

LONDRA. Una lunga squalifica, sei anni, che segnerebbe la fine anticipata della carriera dell'uno, ma che probabilmente sarebbe il 'de profundis' anche per la vita professionale dell'altro. È il rischio serio che corrono Sepp Blatter e Michel Platini, i capi del calcio mondiale ed europeo, se dovessero essere ritenuti colpevoli delle accuse di appropriazione indebita mosse dal comitato Etico della Fifa che li ha intanto sospesi per 90 giorni (ma la pena può essere estesa di altri 45 giorni) in attesa delle risultanze dell' indagine.

A svelare lo scenario più nero, quello della squalifica in cui potrebbero incorrere il 79enne presidente della Fifa e il n.1 dell'Uefa, è oggi il britannico 'Daily Mail', che cita una fonte del comitato Etico, la quale fa anche sapere che le indagini sono vicini alla chiusura. «Stiamo cercando di arrivare a una conclusione delle indagini entro Natale per poter avere una situazione chiara prima delle elezioni» che si terranno il 26 febbraio prossimo, ha rivelato la fonte al tabloid.

Per entrambi i capi della Fifa e dell'Uefa l'accusa principale è conflitto di interessi per l'ormai famoso assegno da 2 milioni di franchi versato da Blatter a Platini e risalente al 2011, per un non specificato «Lavoro per la Federazione» ma che il n.1 della Federcalcio europea ha sempre spiegato che era riferito alla collaborazione di fine anni '90. Blatter e Platini sono stati al momento sospesi per 90 giorni ma i funzionari Fifa hanno fatto sapere di voler chiudere il dossier nel più breve tempo possibile, per arrivare ad una conclusione delle indagini entro Natale. Secondo il quotidiano britannico, la squalifica in cui potrebbero incorrere Blatter e Platini, nel caso fossero riconosciuti colpevoli, dovrebbe essere più o meno la stessa inflitta a luglio all'ex presidente della Federcalcio cilena ed ex capo del gruppo di valutazione per le candidature ai Mondiali 2018-2022 in Russia e Qatar Harold Mayne-Nicholls (7 anni) e all'ex vicepresidente Fifa, il coreano Chung Mong-joon (6 anni). «Questo dovrebbe dare un'idea dell'eventuale squalifica - ha spiegato la fonte al quotidiano - ma la squalifica potrebbe essere anche maggiore».

© Riproduzione riservata

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X