Venerdì, 24 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport L'Empoli spaventa la Sampdoria, Eder rimedia
SERIE A

L'Empoli spaventa la Sampdoria, Eder rimedia

Succede tutto nella ripresa: brasiliano risponde a Pucciarelli

GENOVA. Si chiude con un pareggio tra Sampdoria ed Empoli la decima giornata della Serie A. Le due compagini dividono la posta e i meriti al termine di una sfida piacevole e impreziosita dalle reti di Pucciarelli e Eder. Prima da titolare al Ferraris per Antonio Cassano che non partiva a Marassi dal primo minuto con la maglia della Sampdoria dall'ottobre del 2010.

L'altra novità tra le fila blucerchiate è dell'ultim'ora con Regini che per un problema al piede è costretto a dare forfait durante il riscaldamento (era già stato inserito in distinta), al suo posto Zenga propone così Mesbah. L'Empoli cambia invece a centrocampo con Maiello e Buchel titolari e soprattutto il ritorno dal primo minuto di Saponara. La gara è piacevole da subito con i toscani che sfidano la Sampdoria a viso aperto. Fraseggi continui e verticalizzazioni non mancano come al 15' quando Carbonero si incunea in area da destra servito da Cassani e prova il tiro in diagonale colpendo però l'esterno della rete. Un minuto dopo ci prova Soriano dalla distanza ma il suo rasoterra è preda di Skorupski. Al 20' magia di Cassano che inventa un passaggio filtrante per Eder, il brasiliano scatta tra due avversari ma al limite viene steso da Costa, punizione e cartellino giallo per il difensore empolese. La punizione di Fernando si infrange però sulla barriera. Al 25 ' arriva la risposta dell'Empoli grazie a Saponara che chiude un triangolo al limite con Maccarone con un tiro bloccato a terra da Viviano. Sempre Saponara nel finale di tempo serve Zielinski in buona posizione ma il tiro del giocatore polacco è debole e Viviano controlla.

Al rientro dagli spogliatoi Giampaolo prova la mossa Diousse che prende il posto di Maiello ma sono i blucerchiati a rendersi subito pericolosi con Eder il cui cross in area piccola viene deviato da Tonelli rendendo vano l'inserimento di Soriano. Al decimo ci prova Saponara dalla distanza Viviano blocca. Gli ospiti però continuano a premere e al 14' passano in vantaggio con una magia di Pucciarelli che dal limite, servito da Saponara, inventa un tiro ad effetto di interno sinistro che si va ad infilare nell'incrocio più lontano. Zenga prova allora la mossa Muriel che entra al posto di un Cassano stanco e poco dopo inserisce anche Correa per Soriano. Per pareggiare però serve il solito Eder anche se parte del merito va divisa con Fernando bravo a rubare palla sulla trequarti a Diousse. Il brasiliano serve così Eder che appena entrato in area fulmina Skorupski con un preciso diagonale. La Sampdoria punta così a ribaltare il risultato e al 36' ci va vicinissima con Correa il cui colpo di testa su cross di Eder da buona posizione termina però sopra la traversa. Nel finale Diousse, già ammonito, ferma una ripartenza blucerchiata e riceve il secondo giallo lasciando i suoi in dieci. C'è ancora tempo per un tiro di Barreto ma Skorupski non si fa sorprendere e la gara dopo quattro minuti di recupero si chiude in perfetta parità.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X