Venerdì, 27 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Juventus in crisi, Buffon: "Primo tempo indecoroso"
SERIE A

Juventus in crisi, Buffon: "Primo tempo indecoroso"

Allegri: atteggiamento sbagliato, dobbiamo crescere in fretta

TORINO. Tutti a rapporto nello spogliatoio del Mapei Stadium. Dopo la sconfitta in casa del Sassuolo, la quarta in 10 partite di campionato, la Juventus a rapporto dai vertici societari, con l'allenatore Allegri, il direttore generale Marotta ed il ds Paratici.

Poi volti scuri e parole pesanti. A cominciare dal capitano Gigi Buffon, che predica umiltà. «La Juve deve cominciare a mostrare segnali di consapevolezza guardando la classifica. Un approccio nel primo tempo indegno come quello di oggi è da evitare. Sono sgomento - ha detto il portiere della Nazionale, da capitano di questa squadra. Essere sovrastati così dagli avversari fa male all'animo». «È un'autoaccusa che mi rivolgo, dobbiamo tornare con i piedi per terra - ha continuato il portiere della nazionale - Con la maglia della Juventus, se non si ha voglia di lottare e sudare, si rischiano figure peggiori che con qualunque altra maglia».

«Oggi, in una partita importantissima, abbiamo giocato un primo tempo indecoroso, non abbiamo vinto un contrasto aereo nè a terra: 45 minuti senza intensità emotiva, senza  mordente. Dobbiamo migliorare anche nel senso di responsabilità. Credo - ha detto ancora Buffon - che dovremo incominciare a protestare un pò meno con gli arbitri ed essere più umili con noi stessi. Gli arbitri sbagliano sempre in buona fede, un fischio sbagliato non può diventare un alibi, questo è nella natura dei perdenti ed alla Juve non sono abituato ad avere questa mentalità. A 38 anni non ho voglia di fare certe figure, e come me molti miei compagni. Allora dobbiamo dimostrarlo sul campo».

«Non possiamo giocare con questo nervosismo -  ha detto l'allenatore dei campioni d'Italia - e giocare un primo tempo come quello di stasera e inaccettabile. È stato tragico. Il Sassuolo ci ha dato un pò di pressione e siamo stati costretti a commettere troppi falli vicino all'area. Le partite si vincono o si perdono nei dettagli, stasera abbiamo perso per un calcio di punizione. Dopo un primo tempo disastroso alla fine abbiamo preso solo un tiro in porta. Ma non è questo il punto. Quando ti manca un pò di esperienza commetti anche certe ingenuità. Non è stato un problema di giocare bene o male, ma è l'atteggiamento che è stato sbagliato. Dobbiamo crescere in fretta ed essere più responsabili».

La Juventus anticipa il ritiro di un giorno: la squadra bianconera ci andrà già oggi dopo l'allenamento del pomeriggio a Vinovo, a 48 ore dal derby della Mole con il Torino. La squadra di Allegri, rientrata nella notte da Reggio Emilia, si ritroverà all'ora di pranzo a Vinovo. Poi, come annunciato dallo stesso tecnico dopo la sconfitta col Sassuolo, «tutti subito in ritiro perchè il momento è delicato»

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X