Domenica, 08 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
MOTOMONDIALE

Motogp, Rossi tira la volata finale per il titolo: "Vietato sbagliare"

MOTEGI. Tre gare in un fiato dall'altra parte  del mondo, da Motegi a Sepang passando per Phillip Island,  potrebbero indirizzare definitivamente il Mondiale MotoGp 2015  prima del gran finale a Valencia, tra il possibile decimo titolo  iridato per Valentino Rossi o il quinto per lo spagnolo Jorge  Lorenzo. I due portacolori della Yamaha sanno di essere arrivati  al dunque e come due samurai si preparano alla prima sfida in  Giappone, con l'italiano avanti di 14 punti e il suo rivale  deciso a sfruttare la scia della vittoria ad Aragon e la  tradizione favorevole sul tracciato di Motegi, dove ha colto due  vittorie negli ultimi due anni. Dall'alto della sua esperienza,  Rossi dichiara subito quali sono le priorita: «Ci sono 14 punti  tra lui e me: possono sembrare molti, ma in realtà sono pochi.  Bisogna non commettere errori e allo stesso tempo ottenere il  massimo».

Un errore tattico come quello di Misano, quando tardò il  cambio gomme, poteva costargli molto caro se Lorenzo non fosse  caduto facendosi tradire dalla foga, un'altra lezione per il pur  più che esperto fuoriclasse che terrà presente in questo finale  incandescente. La settimana giapponese sarà molto intensa per i  piloti Yamaha, e anche per i colleghi della Honda, con numerosi   impegni promozionali e incontri con i fan, ma sarà vietato  distrarsi. «Motegi è una pista che mi piace molto - ha affermato  il Dottore all'arrivo in Giappone -. Qui ho fatto buone gare  (non vince dal 2008, ndr.), anche lo scorso anno, ma Jorge è  stato più forte di me e ha vinto. Per questo motivo dovrò dare  tutto me stesso. Mi sento bene. Nei test ad Aragon sono caduto  ma non ci sono state  conseguenze, solo una piccola abrasione  sul braccio. Sono in forma e sono pronto per queste tre gare  ravvicinate».

  Qualche dubbio in più sulle sue condizioni potrebbe averlo  Lorenzo, sofferente alla spalla sinistra per una caduta sabato  scorso in allenamento. Il maiorchino sui social ha voluto  rassicurare tutti - sostenendo di sentire solo un pò di dolore  e di non avere difficoltà motorie e che quindi non avrà problemi  in gara - e sull'onda dell'entusiasmo si è detto pronto «ad  un'altra grande battaglia». «Il Giappone mi porta bene - ha  affermato Lorenzo -. In questa ultima fase il Mondiale è  entusiasmante, ma dobbiamo stare ancora più concentrati se  vogliamo provare a vincere il titolo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X