Venerdì, 29 Maggio 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Emergenza coronavirus, i consigli delle associazioni animaliste per chi ha in casa cani e gatti
AMICI A 4 ZAMPE

Emergenza coronavirus, i consigli delle associazioni animaliste per chi ha in casa cani e gatti

di

L'emergenza coronavirus ha ripercussioni ance sugli animali. Per il presidente di LAV, associazione animalista nazionale, presente anche in Sicilia, Gianluca Felicetti "non c'è percezione di un aumento degli abbandoni, tuttavia da circa due settimane riceviamo migliaia e migliaia di telefonate perché molte persone chiedono come comportarsi per adottare i cani e come comportarsi nel caso in cui debbano spostarsi con i propri animali domestici".

"Nel caso in cui qualcuno abbia il Coronavirus e venga ricoverato in ospedale è importante - chiarisce - che il cane rimanga in famiglia, se dovesse trattarsi di un soggetto solo si può pensare di affidare il proprio amico a quattro zampe ad amici o vicini di casa. Come ultima soluzione, basta chiamare la nostra associazione o altre presenti sul territorio in cui si risiede e sicuramente si troverà il modo per risolvere il problema. Al momento la vera difficoltà sta nelle adozioni a causa delle limitazioni adottate dal Governo sugli spostamenti e così si rischia un sovraffollamento dei canili".

Il Coronavirus continua a far paura e chi possiede un animale domestico si preoccupa per la salute del proprio cane o gatto. Così a rassicurare tutti i padroni c’è l’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani (ANMVI). “Gli animali da compagnia non diffondono il Coronavirus - confermano -. Lo dicono tutte le autorità sanitarie mondiali, ricordando una misura di ordinaria igiene: lavarsi le mani con acqua e sapone dopo ogni contatto con il proprio pet.”

Inoltre, l’ANMVI consiglia ai padroni che possono risultare positivi al Covid19 che sono in quarantena, anche volontaria, di tenere con sé gli animali da compagnia; tenere i gatti all'interno; provvedere alle cure di eventuali pets che rimangono in casa; contattare il proprio veterinario in caso di domande o dubbi.

Oggi gli animali domestici sono parte integrante delle famiglie basti pensare che secondo uno studio condotto da LAV i cani presenti nelle case degli italiani sono circa 7 milioni e 7,5 milioni i gatti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X