Sabato, 24 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società La parola "mafia" per indicare il cannolo siciliano: la gaffe di una Tv norvegese
IL CASO

La parola "mafia" per indicare il cannolo siciliano: la gaffe di una Tv norvegese

PALERMO.  La mafia come icona della Sicilia. Non solo: la mafia e un cannolo. Banale di sicuro, scontato ancor di più. Ma soprattutto triste, nel 2017. Eppure si sa, quando si hanno poche idee, evidentemente si ricorre a piccoli e scontati stereotipi, che tutto diventa più semplice. Così in Norvegia, terra più volte presa ad esempio come simbolo di benessere e di avanguardia, si vende il "Cannolo mafioso". Il dolce più famoso dell’Isola viene presentato così dalla tv pubblica norvegese, la NRK (l'equivalente della Rai italiana), con tanto di ricetta del cannolo siciliano. Chiamandolo "Mafiakaker", come compare sul sito web della rete televisiva. La Sicilia dunque viene ancora una volta accostata automaticamente alla mafia e il siciliano al mafioso. Uno stereotipo di cattivo gusto che ci è stato segnalato da un lettore che ha inviato un'email a redazioneweb@gds.it, la posta elettronica del sito www.gds.it, il sito internet del Giornale di Sicilia.
"Ho già contattato l’ambasciatore italiano a Oslo - scrive - per informarlo della cosa, esortandolo a utilizzare i propri mezzi per esigere delle scuse da parte dell’ente televisivo statale. Ahimè, non ho avuto ancora risposta. Siamo in tanti ad essere stanchi di vedere accostato questo termine con tale leggerezza (ed ignoranza) a qualsiasi cosa abbia a che fare con la Sicilia, ora anche una sua celebre ricetta. Quest’episodio è ancora più grave in quanto il protagonista è una tv di Stato". "Cosa sarebbe successo - chiede ironico il lettore - se sulla RAI avessero chiamato una ricetta tedesca “nazi-wurstel”?".
Dopotutto non è la prima volta che la mafia, e contestualmente la Sicilia, diventa un brand per vendere prodotti gastronomici, per catene di ristoranti e quant’altro. Dal caffè 'Mafiozzo' stile italiano bulgaro agli snack 'Chilli Mafia' della Gran Bretagna, dal vino della Napa Valley 'Il Padrino' al sugo piccante rosso sangue 'Wicked Cosa Nostra' del Missouri, fino alle spezie 'Palermo Mafia shooting' della Germania, tanto per fare degli esempi, come denunciato in passato dalla Coldiretti a Catania nell'ambito della mobilitazione nazionale di migliaia di agricoltori "SOS dieta mediterranea" dove sono stati mostrati gli esempi di prodotti agroalimentari, venduti in Italia, in Europa e nel mondo, con nomi che richiamano gli episodi, i personaggi e le forme di criminalità organizzata più dolorose e odiose, che vengono sfruttate per fare business a danno dei veri prodotti agroalimentari Made in Italy. Con il richiamo allo "stile italiano". Per non parlare dei continui richiami al Don Corleone del “Padrino”, tanto per rimanere in tema . Una catena di ristoranti, “La Mafia”, ha letteralmente conquistato la Spagna, prima che l’Europa accogliesse il ricorso presentato dall’Italia, che ha chiesto di far togliere la parola dalle insegne dei locali intitolati a Cosa Nostra, essendo “contrario ai principi di moralità”

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X