Sabato, 24 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Enormi e con risoluzioni da urlo: la televisione come status symbol
TEMPO LIBERO

Enormi e con risoluzioni da urlo: la televisione come status symbol

di

PALERMO. Dagli Europei di calcio alle Olimpiadi estive, le prossime settimane saranno ricche di eventi sportivi da guardare comodamente a casa, da soli o in compagnia di amici e parenti che condividono la nostra stessa passione. Tra i must have che non possono mancare per predisporre al meglio il proprio «angolo da tifoso», c’è ovviamente la tv. Schermi sempre più grandi, sottili e definiti, una tecnologia in continua evoluzione e un mercato che non smette di crescere: i televisori di ultima generazione sono sempre più performanti e accattivanti anche da un punto di vista estetico.

I televisori OLED (diodo organico a emissione di luce) rappresentano i modelli più avanzati. A differenza di quelli LCD o LED, non utilizzano fonti di luce esterne per l’illuminazione dello schermo. Ciascun pixel, infatti, è in grado di emettere luce in modo autonomo, consentendo di ridurre i consumi energetici e di avere neri più profondi e linee più sottili. La nuova linea di TV OLED 4K di LG, ad esempio, spicca per il design e per le innovative tecnologie integrate. La differenza fra LCD e LED, invece, è minima. I primi sono retroilluminati con lampade a fluorescenza, i secondi sono sempre display a cristalli liquidi ma con una retroilluminazione a LED che garantisce minori consumi. Il Philips 6000 50PUT6400 è uno Smart TV LED UltraHD da 50” caratterizzato da un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Il Sony KDL-50W807C è uno dei migliori esemplari proposti dal colosso nipponico. «I nuovi modelli di televisori hanno dimensioni più sostenute - afferma l’architetto Claudia Schiera -. Per quanto riguarda la tecnologia, oggi con gli schermi HD è possibile avere una qualità dell’immagine molto elevata e una definizione di altissimo profilo. E anche se tablet e pc permettono di guardare la tv da qualsiasi posto e in ogni momento, l’apparecchio televisivo in quanto tale continua sempre a esercitare un certo fascino, soprattutto su un target maschile».

Vista la bella stagione, oltre che nell'indoor, la tv può essere opportunamente sistemata anche in spazi esterni. Giardini, patii, terrazzi e persino balconi possono diventare il luogo ideale dove rifugiarsi a tifare per la propria squadra del cuore o a guardare la disciplina che più si preferisce. In questo caso, però, è bene seguire alcuni accorgimenti, soprattutto per ottenere il massimo della resa dal nostro elettrodomestico.

«Se si decide di sistemare il televisore in un ambiente outdoor, è preferibile che l’apparecchio stia sotto una copertura o una tenda da esterno, così da evitare riflessi e fastidiose rifrazioni della luce. Anche le tv di ultima generazione, se sistemate all'esterno, potrebbero non garantire un’immagine perfetta nelle ore diurne. È opportuno, quindi, scegliere gli spazi outdoor dopo le 21, quando il buio assicurerà una visione migliore. Inoltre - continua Schiera -, chi dispone di grandi spazi, sia indoor che outdoor, può affidarsi a proiettori o a sistemi audiovisivi più sofisticati. Per una corretta percezione delle immagini e dei suoni, questi necessitano di ambienti studiati ad hoc da professionisti, in grado di realizzare pareti insonorizzate e sistemi di illuminazione specifici. Meglio quindi non improvvisare ma affidarsi a degli esperti».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X