Venerdì, 30 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Dormire troppo nel weekend fa male alla salute: ecco perchè
LA RICERCA

Dormire troppo nel weekend fa male alla salute: ecco perchè

PITTSBURGH. Chi dorme troppo nel weekend è più esposto a diabete e infarto.

Trascorrere il sabato e la domenica a letto dunque fa male alla salute. A questo si aggiungono anche cambiamenti nell'orario in cui ci si sveglia e ci si alza durante la settimana e nei giorni di riposo. Questo il risultato di una ricerca della University of Pittsburgh (Stati Uniti), pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism.

Già uno studio passato aveva spiegato che chi fa un lavoro a turni non gode di ottima salute, per colpa della continua alternanza del sistema "circadiano", ossia l'orologio naturale del corpo.

In quest'ultima ricerca invece, gli esperti hanno analizzato le abitudini di sonno di 447 uomini e donne di età fra i 30 e i 54 anni. Soggetti che hanno lavorato per almeno 25 ore alla settimana fuori casa.

Attraverso uno speciale braccialetto, sono stati studiati il movimento e il sonno per 24 ore al giorno per tutta una settimana di questi soggetti. Gli stessi hanno anche compilato dei questionari riguardanti la dieta e l‘attività fisica.

Dalle analisi sono emerse evidenti variazioni nel modello di sonno tra i giorni liberi e quelli di lavoro. In pratica, uomini e donne sottoposti allo studio che presentavano un maggiore dislivello tra il sonno nei giorni liberi e quelli lavorativi tendevano ad avere livelli di grasso più alti nel sangue e un indice di massa corporea più elevato rispetto a coloro che hanno un cosiddetto “jetlag sociale” minore.

Questo è il primo studio che dimostra che il cosiddetto jetlag sociale può contribuire a problemi metabolici - sottolinea Patricia Wong, autrice dello studio - anche negli adulti lavoratori sani che sperimentano una gamma meno estrema di disallineamenti nel loro schema di sonno. Questi problemi metabolici possono contribuire allo sviluppo dell’obesità, del diabete e di malattie cardiovascolari”.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X