Giovedì, 26 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Piangere fa bene...alla salute, ecco i sette motivi
LO STUDIO

Piangere fa bene...alla salute, ecco i sette motivi

Il capo vi ha appena umiliati? Sullo schermo davanti a voi Bambi cerca invano la mamma? La vostra ex ha postato le foto col suo nuovo ragazzo? Il groppo che sentite in gola è normale. Non trattenete le lacrime, munitevi di fazzoletti e fatevi un bel pianto liberatore

ROMA. Il capo vi ha appena umiliati? Sullo schermo davanti a voi Bambi cerca invano la mamma? La vostra ex ha postato le foto col suo nuovo ragazzo? Il groppo che sentite in gola è normale. Non trattenete le lacrime, munitevi di fazzoletti e fatevi un bel pianto liberatore. Uno studio recente ha dimostrato che sforzarsi di ricacciare indietro le lacrime non solo non ci rende più forti, ma è dannoso per il nostro organismo. Ecco allora sette motivi per cui piangere fa bene.

1. AIUTA A SFOGARE LE EMOZIONI: Certe volte niente è meglio di un buon pianto. Le lacrime sono il risultato di uno sfogo emotivo e, dal momento che funzionano come anestetico, servono ad alleviare il dolore e svolgono una funzione curativa. Non a caso il termine "catarsi" significa "purificazione".
2. CONTRIBUISCE A ELIMINARE LE TOSSINE: Come una bella sudata, anche il pianto aiuta a eliminare le tossine in eccesso dal nostro organismo. È stato dimostrato che le lacrime scatenate da un'emozione intensa contengono più ormoni prodotti dallo stress rispetto a quelle, per esempio, causate dalla cipolla affettata.

3. RAFFORZA IL SISTEMA IMMUNITARIO: Come la saliva, anche le lacrime contengono il lisozima, un enzima che serve a combattere l'attività batteriologica. Per questo scoppiare a piangere è un ottimo modo per risvegliare le nostre difese immunitarie.
4. SCATENA L'EMPATIA E APPROFONDISCE L'INTIMITÀ: Il pianto è un meccanismo inconscio che serve a comunicare un segnale di aiuto e sottomissione a chi ci sta intorno. L'essere umano è per natura portato a provare empatia, dunque a rispondere con compassione al dolore. Lasciarsi andare davanti a un'altra persona, inoltre, dimostra un sentimento di fiducia, ed è quindi un buon modo per approfondire l'intimità.

5. CONTRIBUISCE A MIGLIORARE L'UMORE: Come dimostrato dallo studio recente, se è vero che durante il pianto il nostro umore è molto basso, è vero anche che qualche tempo dopo subisce una notevole impennata. Piangere significa dare sfogo a pensieri ed emozioni negative che quindi, una volta liberati, smettono di ostacolare il nostro buon umore.
6. AIUTA A CAPIRE CIÒ CHE DAVVERO CI STA A CUORE: Di solito piangiamo soltanto per qualcosa (o qualcuno) che ci sta veramente a cuore. Le lacrime sono quindi un buon indicatore di importanza, e possono servire per mettere a fuoco le questioni che davvero meritano il nostro interesse.

7. INCORAGGIA LA NOSTRA CAPACITÀ DI RECUPERO: Il pianto dimostra la capacità di sopportare e soprattutto superare il dolore. Ci ricorda quindi la nostra abilità nel fronteggiare anche le situazioni più difficili. Per questo, dopo esserci soffiati il naso e asciugati la faccia, ci sentiamo molto più forti e sicuri di noi stessi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X