Mercoledì, 28 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Mappatura Dna, ricostruita l'evoluzione della birra
LO STUDIO

Mappatura Dna, ricostruita l'evoluzione della birra

Il risultato, pubblicato sulla rivista Molecular Biology and Evolution, si deve al gruppo coordinato da Chris Todd Hittinger dell'universita' americana Wisconsin-Madison.

ROMA. Ricostruita l'evoluzione della birra. Le tecniche piu' avanzate di mappatura del Dna hanno permesso di risalire alle origini dei lieviti oggi piu' comunemente usati al mondo nella fabbricazione della birra. Il risultato, pubblicato sulla rivista Molecular Biology and Evolution, si deve al gruppo coordinato da Chris Todd Hittinger dell'universita' americana Wisconsin-Madison.

I ricercatori hanno analizzato il Dna del lievito Saccharomyces eubayanus che, con il Saccharomyces cerevisiae, e' usato per produrre la birra Lager, che e' la piu' diffusa e rappresenta il 94% del mercato mondiale della birra. Il restante e' costituito dalle birre Ale, prodotte con sistemi di fermentazione a temperature piu' elevate.

Analizzando il Dna del lievito S. eubanyus, si e' scoperto che ci sono stati almeno due incroci fra i lieviti S. cerevisiae e S. eubanyus.
''Questo matrimonio improbabile fra le due specie, geneticamente diverse tra loro come gli esseri umani e gli uccelli, e' avvenuto almeno due volte. Anche se questi ibridi erano diversi fin dall'inizio'', ha detto Hittinger.

I ricercatori hanno inoltre scoperto che, da quando e' usato per produrre la birra, questo lievito ha sperimentato un'accelerazione dell'evoluzione, anche in alcuni geni coinvolti nel metabolismo.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X